Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaCulturaLibri › Al via il tour de il Corregidor
Red 7 novembre 2017
Ecco le prime date del tour di presentazione del nuovo romanzo, scritto da Francesco Abate e Carlo Augusto Melis Costa ed edito da Piemme, da oggi in libreria
Al via il tour de il Corregidor


CAGLIARI - Arriva nelle librerie oggi (martedì), “Il corregidor”, il nuovo libro di Francesco Abate scritto insieme a Carlo Augusto Melis Costa e pubblicato da Piemme. Si tratta di un doppio esordio: prima esperienza per l’autore di “Mia madre e altre catastrofi” e “Chiedo scusa”, che questa volta si misura con la narrativa storica e prima esperienza per l’avvocato cagliaritano, che si affaccia nel mondo della letteratura con un romanzo che vede la Sardegna al centro di un intrigo internazionale che va dalle Fiandre a Goa, dalle Nuove Americhe all’Africa mediterranea passando per Spagna e Portogallo.

E da oggi partono i primi appuntamenti nelle librerie cagliaritane con i firma copie, poi seguiranno le presentazioni. Alle 19, Abate e Melis Costa incontreranno i lettori alla Feltrinelli Point, in Via Paoli 19, a Cagliari; mercoledì 8 novembre, l’appuntamento con il firma copie è alla libreria Mieleamaro, in Via Manno 88, alle 19; sabato 11, alla Ubik, in Via Alghero 13, a partire dalle 12. La prima presentazione si terrà ad Oristano, domenica 12. Ad ospitare gli autori, alle 18, sarà l’Antiquarium Arborense, in Piazza Corrias, all’interno della rassegna letteraria “Leggendo ancora insieme”. Con gli autori, dialogherà Jimmy Spiga, mentre le letture saranno di Giacomo Casti. Giovedì 16, alle 19.15, Il corregidor verrà presentato a Cagliari, nella Sala Capitini della Facoltà di Studi Umanistici, a Sa Duchessa. Con gli autori, interverranno Antioco Floris (Facoltà di Lettere), Giuseppe Argiolas (Prometeo Onlus) e l’attore Giacomo Casti. Il ricavato della vendita dei libri sarà donato alla Prometeo Associazione italiana trapiantati di fegato, che organizza l’incontro insieme al Dipartimento di Storia, beni culturali e territorio dell’Università degli studi di Cagliari. Venerdì 17, sarà Sassari ad ospitare la presentazione durante una serata organizzata dalle librerie Dessì, Koinè, Azuni, Max 88 e Messaggerie sarde. L’appuntamento è alle 19, nella sala delle Messaggerie, in Piazza Castello 11. Dialogherà con gli autori Emiliano Longobardi. Il tour toccherà poi Alghero, Monserrato, Simala, Guspini, San Sperate e Nuoro.

Cagliari, 1665. Dom Jorge Baxu ha attraversato tutto il mondo, dalla Galizia dov'è nato all'Africa sahariana dove ha visto la morte da vicino, prima di poggiare i piedi su quell'isola dimenticata da Dio. A portarlo in ogni angolo dell'Impero di Spagna, il suo ruolo di corregidor de hidalgos, un magistrato scelto per giudicare e, spesso, assolvere i nobili, più ammantando l'ingiustizia di equità che facendo vera giustizia. Ma questa volta è diverso. A Cagliari, Baxu è stato chiamato da un funzionario preoccupato per la prematura scomparsa di nobili, barbaramente uccisi, in duello o attentato, senza movente, ne colpevole. Quando, il giorno dopo il suo arrivo, quello stesso funzionario viene ritrovato assassinato, il corregidor comprende che questo caso non è come gli altri e che tutte le persone coinvolte, lui per primo, rischiano una morte orribile. Non gli restano che un pugno di uomini e le poche parole pronunciate da una vittima prima di morire: bambino, libro, fuoco. Dovrà farseli bastare. Maria Pilar, nata nella foresta che circonda una missione gesuita in Paraguay, è sempre stata una ragazzina sveglia. Secondo i missionari, sono le sue due anime, quella cristiana e quella guaranì, a renderla diversa. Forse per questo, prima di tutti gli altri comprende che qualcosa sta succedendo nella missione: un segreto portato da un generale della Corona, un bambino da nascondere, anche a costo della vita. I destini di Jorge Baxu e Maria Pilar si intrecciano indissolubilmente sulla strada per risolvere il mistero e salvare altre vite innocenti. Insieme, l'uomo senza passato e la donna dai due nomi, fronteggeranno il più impensabile e crudele dei nemici.

Francesco Abate è nato a Cagliari nel 1964. Giornalista de L'Unione Sarda, ha esordito con “Mister Dabolina” (Castelvecchi, 1998). Sono seguiti “Il cattivo cronista” (Il Maestrale, 2003), “Ultima di campionato” (Il Maestrale, 2004/Frassinelli, 2006), “Getsemani” (Frassinelli, 2006) ed “I ragazzi di città” (Il Maestrale, 2007). Con Einaudi, ha pubblicato “Mi fido di te” (Stile libero, 2007 e Super Et, 2015), scritto a quattro mani con Massimo Carlotto, “Così si dice” (2008), “Chiedo scusa” (con Saverio Mastrofranco, Stile libero, 2010 e Super Et, 2012), “Un posto anche per me” (2013) e “Mia madre e altre catastrofi” (2016). È fra gli autori dell'antologia benefica “Sei per la Sardegna” (Einaudi, 2014). Il corregidor è il suo primo romanzo storico.

Carlo Augusto Melis Costa è nato a Cagliari nel 1960 ed è avvocato cassazionista. Già ricercatore del Cnr, è stato amministratore pubblico ed autore di diversi libri di carattere storico e giuridico. Ha studiato musica nel Conservatorio di Cagliari e scultura e pittura con il maestro Sciola. Ha viaggiato molto per lavoro e per piacere. È sposato e ha due figli. Il corregidor è il suo primo romanzo.

Nella foto: Francesco Abate
Commenti
© 2000-2017 Mediatica sas