Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieolbiaCronacaArresti › Rapina a Tempio: scattano le manette
Red 8 novembre 2017
Ieri, gli agenti del Commissariato di Pubblica sicurezza di Tempio Pausania hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare dell´obbligo di dimora nel territorio del Comune, nei confronti di un 31enne tempiese, in quanto ritenuto responsabile di una rapina a danni di un esercizio commerciale
Rapina a Tempio: scattano le manette


TEMPIO PAUSANIA – Ieri (mercoledì), gli agenti del Commissariato di Pubblica sicurezza di Tempio Pausania hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare dell'obbligo di dimora nel territorio del Comune, nei confronti di un 31enne tempiese, in quanto ritenuto responsabile di una rapina a danni di un’esercizio commerciale. L’episodio risale agli inizi del 2014, quando, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, l’uomo, con il volto travisato ed armato di accetta, dopo essere entrato in un negozio di profumi di Tempio, minacciò i dipendenti ed i presenti, portando via un cassetto di uno dei registratore di cassa.

Gli investigatori, in sede di sopralluogo sulla scena del crimine, nel ricostruire le possibili vie di fuga rinvennero, in un luogo poco distante, il cassetto del registratore di cassa rubato, un passamontagna, un giubbetto e dei guanti(accessori utilizzati dal rapinatore per commettere il reato). Gli elementi raccolti, sono stati successivamente messi a disposizione degli esperti della Polizia Scientifica, grazie ai quali è stato possibile procedere all’estrazione del dna dagli oggetti rinvenuti,

Poi, grazie all’attività investigativa, svolta dal Commissariato di Tempio, è stato possibile, attraverso la comparazione dei profili genetici di alcuni sospettati, individuare il soggetto compatibile. Le risultanze investigative sono state ritenute valide in sede di applicazione della misura cautelare, dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale gallurese, che ha emesso l’ordinanza in attesa della data del processo.
© 2000-2017 Mediatica sas