Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaCronacaTrasporti › Burrasca, Sharden dirotta a Olbia
A.S. 13 novembre 2017
I problemi maggiori si sono riscontrati a Porto Torres, dove le banchine sono più esposte al vento da nord ovest. La nave Sharden della Tirrenia, in arrivo da Genova, dirottata sul porto di Olbia
Burrasca, Sharden dirotta a Olbia


PORTO TORRES - Le mareggiate e il vento di burrasca, hanno colpito anche la Sardegna e in particolare le coste a nord occidentali e la Gallura, con alcune navi che hanno dovuto subire un cambio di programma nell'approdo quotidiano. I problemi maggiori si sono riscontrati a Porto Torres, dove le banchine sono più esposte al vento da nord ovest.

La nave Megaexpress della Corsica-Sardinia Ferries in arrivo da Tolone non è partita per precauzione (riprenderà le normali corse martedì, tempo permettendo). Sempre a Porto Torres la nave Sharden della Tirrenia, in arrivo da Genova, il cui attracco era previsto questa mattina, è stata dirottata nel più sicuro porto di Olbia e da qui ripartirà in serata verso il porto ligure.

La compagnia di navigazione ha già previsto alcuni pullman per il trasferimento dei passeggeri via terra da Olbia a Porto Torres e viceversa. Problemi anche a Golfo Aranci dove la nave Corsica Victoria ha attraccato questa mattina con diverse ore di ritardo. Fermi anche i collegamenti tra Santa Teresa Gallura e Bonifacio.
Commenti
22/11/2017
Dopo l’applicazione nelle aree di Cagliari e di Sassari e nelle province di Nuoro e di Oristano, la tariffazione integrata si estende adesso anche alle città di Alghero, Macomer, Carbonia e Iglesias, dove l’Arst esercita il trasporto urbano
18:01
Una consulenza legale da 15mila euro per far fronte all´incompetenza regionale sul tema della continuità territoriale: lo dicevamo da tempo e questa é la riprova, la Regione Sardegna dimostra la sua incapacità e ignora chi, come il Movimento Cinque Stelle, si era offerto di collaborare e dare una mano
21/11/2017
Il sistema dialoga con il computer di bordo del treno veloce consentendo il pendolamento e incrementando la sicurezza grazie all’arresto automatico in caso di mancato rispetto di semafori rossi o altre anomalie di percorso
© 2000-2017 Mediatica sas