Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresPoliticaAmbiente › Contributo sbarco: «troppo alto rispetto ai servizi all’Asinara»
Mariangela Pala 15 novembre 2017
Hanno tentato di mostrare I’altro volto del contributo di sbarco, gli operatori del parco riuniti nell’associazione AssoAsinara. Quarantadue soggetti presenti all’audizione di ieri mattina in consiglio comunale; un confronto che ha messo sul piatto le diverse problematiche dell’isola dell’Asinara
Contributo sbarco: «troppo alto rispetto ai servizi all’Asinara»


PORTO TORRES - Hanno tentato di mostrare I’altro volto del contributo di sbarco, gli operatori del parco riuniti nell’associazione AssoAsinara. Quarantadue soggetti presenti all’audizione di ieri mattina in consiglio comunale; un confronto che ha messo sul piatto le diverse problematiche dell’isola dell’Asinara. Primo fra tutti il contributo di sbarco, l’ipotesi più concreta per l’amministrazione comunale per dare una mano ai servizi nell’isola reperendo le risorse necessarie con l’applicazione dell’importo massimo della tariffa, ossia 5 euro da giugno a settembre.

Non ci stanno gli operatori del parco, «nessuna pregiudiziale sul contributo di sbarco - dicono Antonello Gadau e Veronica Pisu, presidente e vicepresidente AssoAsinara - ma l’importo dovrebbe essere ricondotto alla cifra di 2,50 in quanto gli operatori hanno verificato attraverso le lamentele registrate che il calo delle presenze nel periodo di maggior affluenza è stato causato dal costo eccessivo del contributo, in particolare per le famiglie e le comitive». Gli operatori chiedono di definire in anticipo le finalità dei proventi e «programmare insieme la destinazione dei fondi con un coinvolgimento attivo dell’associazione AssoAsinara e non a giochi fatti».

Contrari alle modalità di applicazione della “tassa” anche i 5 operatori che trasportano i turisti all’Asinara tenuti a riscuotere i 5 euro dal 1 giugno al 30 settembre. Gli altri vettori non autorizzati sono stati esclusi dalla riscossione del tributo, «eppure - dicono – trasportano persone sull’isola». Da agosto e fino al 30 settembre l’introito dal contributo è stato di 93mila e 383 euro «risorse che in questa fase sperimentale abbiamo destinato alla riduzione dei ticket del servizio di trasporto pubblico Atp che costa 75mila euro» sottolinea Domenico Vargiu, assessore al bilancio «ma se diminuiamo il contributo non saremo in grado di offrire i servizi creando un disavanzo forte che grava sulla collettività di Porto Torres considerando che per il servizio idrico integrato spendiamo circa 140mila euro».

Nella seduta sono emerse anche le criticità della raccolta differenziata, in particolare nei quattro locali pubblici attualmente attivi: chiosco di Fornelli, ristorante di Cala Reale, ristorante e ostello di Cala d’Oliva. «Sarebbe opportuno – dicono gli operatori – prevedere l’attivazione e gestione di quattro punti di conferimento differenziato di dimensioni adeguate per poter smaltire il grande quantitativo di rifiuti prodotti dalle attività commerciali (soprattutto vetro, plastica e umido). La disposizione dei punti di conferimento dovrebbe garantire un’adeguata distanza dalle strutture commerciali e non essere visibile a turisti e visitatori».

Gli operatori chiedono anche di installare pannelli e cartelli informativi con prescrizioni per i turisti e indicazioni delle sanzioni in caso di mancato rispetto delle regole. AssoAsinara ha messo l’accento sulla campagna di comunicazione e informativa rivolta alle diverse tipologie di utenza turistica, oltre che di promozione dell’isola per chiarire sull’applicazione del contributo i cui proventi dovrebbero avere anche questa destinazione: la riqualificazione del paesaggio e il miglioramento dell’accessibilità per tutti.
20:02
Un´occasione di confronto importante sulle politiche e sullo stato di attuazione della norma forestale della Sardegna nel convegno “Legge Forestale: un´opportunità da cogliere”, organizzato ieri dalla Cgil a Cagliari, a cui hanno partecipato gli assessori regionali della Difesa dell´ambiente Donatella Spano e del Personale Filippo Spanu
13/12/2017
Raccolta differenziata: Prosegue l´impegno dell´Università degli studi di Sassari in materia di raccolta differenziata. «Un secondo della tua vita, una seconda vita per loro», è lo slogan della campagna
12/12/2017
Giornate di festa o feriali non fa differenza, i bustoni neri dei rifiuti depositati vicino alle isole ecologiche di piazza Marinaru, piazza Tola, via Roma e dietro la stazione marittima rischiano di accumularsi giorno dopo giorno fino a diventare delle vere e proprie montagne di spazzature
© 2000-2017 Mediatica sas