Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › «Basta accattonaggio ad Alghero»
A.S. 16 novembre 2017
CasaPound interviene in merito ai numerosi extracomunitari che ultimamente affollano i parcheggi e l´esterno di molte attività commerciali di Alghero. Il gruppo di estrema destra chiede al sindaco un´ordinanza
«Basta accattonaggio ad Alghero»


ALGHERO - «Vogliamo chiedere al sindaco Mario Bruno chiarimenti in merito ad un fenomeno segnalato dai cittadini di Alghero durante i banchetti informativi del movimento - scrive CasaPound in una nota - ossia la strana coincidenza temporale tra l'accoglienza indiscriminata di clandestini nel nostro territorio e la comparsa in città di immigrati dediti all'accattonaggio».

«Ormai il fenomeno è diffuso in modo capillare su tutto il territorio algherese - continua CasaPound - e riteniamo necessario stroncare sul nascere un fenomeno che, in altre città, si è scoperto essere controllato da un vero e proprio racket».

«Chiediamo che il sindaco Bruno avvii immediatamente un’ordinanza contro l'accattonaggio molesto - conclude CasaPound - e che verifichi prontamente se gli stranieri provengono dai centri di accoglienza cittadini. Inoltre chiediamo se la pratica dell'accattonaggio faccia parte del percorso di integrazione tanto pubblicizzato».

Foto d'archivio
Commenti
20/10/2018 video
L´ormai ex membro dell´Assemblea provinciale del Pd, ha inviato le sue dimissioni al segretario regionale Emanuele Cani, provinciale Gianpiero Cordedda e comunale Mario Salis, ed ai due consiglieri comunali algheresi Enrico Daga e Mimmo Pirisi. Ora entra a far parte della Segreteria regionale del Movimento zona franca
15:16
Alberto Zanetti è il nuovo coordinatore cittadino dei Riformatori sardi. Lo ha deciso la base del partito nell’assemblea di ieri, riunitasi per dare nuovo slancio al movimento politico in vista dei prossimi appuntamenti elettorali; le Regionali di febbraio e le Comunali di maggio
19/10/2018
Il Governo della Lega e dei Cinque Stelle comincia a svelare il suo vero volto, quello del mai adeguatamente contestato e contestabile stato etico, cioè lo Stato fondamento del bene cui tutti devono uniformare i propri comportamenti e che dunque ha diritto di scrutare i comportamenti dei singoli e di correggerli con la forza, se necessario
© 2000-2018 Mediatica sas