Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaElezioni › La doppia preferenza di genere è legge in Sardegna
S.O. 21 novembre 2017
50 i favorevoli, 2 i contrari. La Sardegna si unisce al gruppo delle sei regioni dove la doppia preferenza è istituzionalizzata: sono Emilia Romagna, Toscana, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lazio e Umbria
La doppia preferenza di genere è legge in Sardegna


CAGLIARI - Data storica, quella odierna, per le conquiste femminili nell'Isola. La doppia preferenza di genere è legge. Il Consiglio regionale ha votato positivamente la legge che introduce il voto uomo-donna all’interno di una stessa lista: 50 i favorevoli, 2 i contrari. La legge si compone di tre soli articoli, il primo è quello dedicato alle liste paritarie, cioè l’obbligo per i partiti di inserire il 50 per cento di uomini e altrettante donne.

Il secondo articolo della leggina è sulla doppia preferenza, mentre il terzo fissa i termini dell’entrata in vigore della norma. Con l’approvazione odierna la Sardegna si unisce al gruppo delle sei regioni dove la doppia preferenza è istituzionalizzata: sono Emilia Romagna, Toscana, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lazio e Umbria.

«L'approvazione della doppia preferenza di genere è un risultato importante che conferma la vocazione riformista di questa legislatura. Una dimostrazione di unità della maggioranza di centrosinistra e del Partito Democratico che ha contribuito in modo determinante al passaggio di una norma storica per la Sardegna e per le sue istituzioni. Con il voto di oggi si è posto rimedio a un grave vulnus ed è stata restituita dignità alla nostra democrazia». Così il segretario del PD Giuseppe Luigi Cucca commenta l'approvazione della norma.
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas