Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroEconomiaAgricoltura › Consorzio di Bonifica: Abbattuti i costi ruoli del 2012
Red 22 novembre 2017
Le aziende consortili potranno godere di una riduzione superiore al 60percento. «Conquista importante a vantaggio dei nostri soci», dichiarano i vertici del Consorzio di bonifica della Nurra
Consorzio di Bonifica: Abbattuti i costi ruoli del 2012


ALGHERO - Il lavoro del Consorzio di bonifica della Nurra verso il progressivo abbattimento dei ruoli istituzionali pregressi continua senza sosta. Dopo aver ottenuto appositi finanziamenti regionali per la riduzione degli importi emessi nel 2009 e nel 2010, il Consiglio di amministrazione ha annunciata che anche per il 2012 le aziende consortili potranno godere di una riduzione superiore al 60percento. «Si tratta di un traguardo importante raggiunto dal nostro ente e di un vantaggio tangibile a favore di tutte le aziende agricole che operano all’interno del distretto consortile», afferma il presidente del Consorzio Gavino Zirattu.

Dopo l’intervento finanziario della Regione autonoma della Sardegna, il contributo istituzionale relativo al 2012 è stato ridotto da 1,6milioni di euro a poco meno di 500mila euro. La riscossione del contributo, attualmente sospesa, riprenderà a partire dall’11 gennaio 2018. Per tanto, entro tale data, tutti i consorziati che non hanno ancora saldato la quota sono invitati ad effettuare il pagamento in un’unica soluzione. I consorziati che avevano già provveduto al pagamento parziale o totale della quota, invece, riceveranno dall’Agenzia Entrate-riscossione una lettera nella quale verrà indicato l’importo pagato in eccesso ed il relativo rimborso.

Oltre alla riduzione dei ruoli, l’attenzione del Consorzio di bonifica della Nurra rimane alta anche sullo stato dei bacini. Nonostante le piogge delle ultime settimane, i grafici dimostrano una continua diminuzione dei livelli di risorsa idrica presente negli invasi con dati sempre più preoccupati. Al momento il bacino del Temo contiene 9,73milioni di metri cubi d’acqua su 70; il Cuga 0,97milioni su 20; il Bidighinzu 0,46su 10milioni. «Siamo davanti a un’annata straordinaria caratterizzata da una continua diminuzione dei livelli idrici. Da febbraio a oggi il numero e la consistenza delle precipitazioni è stata insignificante - continua Zirattu - Forse non tutti si sono resi conto del pericolo, potenziale, verso il quale stiamo andando incontro. Se l’inverno non sarà particolarmente piovoso la stagione irrigua 2018 potrebbe non iniziare con conseguenze pesantissime su tutto il comparto agricolo della Nurra. Per questo - conclude il presidente - chiediamo al mondo politico locale, regionale e nazionale uno sforzo straordinario affinché entro i primi mesi del 2018 si concludano i due progetti strategici per il nostro territorio: l’interconnessione con il Coghinas e l’utilizzo dei reflui di Sassari».

Nella foto: il Cuga
Commenti
© 2000-2017 Mediatica sas