Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariPoliticaElezioni › «Doppia preferenza, vittoria collettiva»
S.O. 22 novembre 2017
L’introduzione della doppia preferenza di genere è una vittoria collettiva»: è questo il messaggio che l’associazione noiDonne 2005 vuole rilanciare oggi, dopo il voto favorevole in Consiglio regionale
«Doppia preferenza, vittoria collettiva»


SASSARI - «L’introduzione della doppia preferenza di genere è una vittoria collettiva»: è questo il messaggio che l’associazione noiDonne 2005 vuole rilanciare oggi, dopo il voto favorevole in Consiglio regionale. «Negli anni – spiegano le attiviste – c’è stata una mobilitazione, via via sempre più rumorosa, delle associazioni femminili, degli organismi di parità, delle donne impegnate nei partiti politici, per affermare i principi della democrazia paritaria e renderli patrimonio del più ampio numero possibile di persone. Dopo il vergognoso voto segreto del 2013 le iniziative si sono moltiplicate e con esse i gruppi di pressione, fuori e dentro le Istituzioni».

noiDonne 2005 – sottolineano – ha intrapreso una battaglia politica ma anche legale, attraverso l’impugnazione della legge elettorale nel 2014, all’indomani delle elezioni, un percorso che si è interrotto senza raggiungere il risultato atteso (il giudice si è dichiarato incompetente) ma che ci ha spinte ad andare avanti con maggiore determinazione. «Perché la doppia preferenza è il solo meccanismo che rende possibile il riequilibrio, senza imporlo, che ha un carattere promozionale, non coattivo, e dove è stato adottato (pensiamo alle elezioni per i Comuni) sappiamo che funziona».

«Oggi – continuano – diciamo grazie a tutte le donne che hanno condiviso questi anni di rivendicazioni con noi, alle associazioni e ai gruppi che si sono mobilitati in tutta l’isola, alle compagne dell’Accordo di azione comune per la democrazia paritaria che ci hanno dato una mano anche oltre i confini della Sardegna, alle quattro consigliere regionali, Annamaria Busia, Daniela Forma, Rossella Pinna e Alessandra Zedda, che hanno tenacemente perseguito il risultato, e al Consiglio regionale che stavolta ha saputo superare lo scoglio del voto segreto e interpretare la politica in cui crediamo».

Nella Foto: Maria Francesca Fantato, Associazione noiDonne 2005
Commenti
18/10/2018
E´ faida interna in Forza Italia, sempre più a pezzi in Sardegna come nei territori. Lettera di "pseudo" coordinatori locali immediatamente stracciata da Alivesi, commissario provinciale di Sassari
18/10/2018 video
Nasce in Riviera del corallo l’alleanza tra Energie per l’Italia ed i liberali di Ali in vista delle prossime elezioni Regionali e Comunali. «In continuità con il lavoro svolto da “Azione Alghero”, federata con Epi fin dal momento della sua nascita, intendiamo svolgere un ruolo attivo nella costruzione del progetto politico del Centrodestra per Alghero», evidenzia nella duplice veste di vicecoordinatore regionale del partito e di coordinatore cittadino Marco Di Gangi. La sua intervista al Quotidiano di Alghero.
19/10/2018
«Dobbiamo riaffermare il nostro ruolo guida all’interno del centrodestra. No ad un partito che decide in solitudine». Così Salvatore Cicu, e con lui Pietro Pittalis (Deputato FI), Alessandra Zedda (Consigliere Regionale FI), Stefano Coinu (Consigliere Regionale FI), Antonello Peru (Consigliere Regionale FI), Marco Tedde (Consigliere Regionale FI), che si fanno portatori di un evento che radunerà a Cagliari gli stati generali e il popolo di Forza Italia
18/10/2018
«Stop alle liti interne ai partiti di Centrodestra e basta con le iniziative personali sul candidato governatore», auspica il coordinatore dei Riformatori sardi Pietrino Fois
© 2000-2018 Mediatica sas