Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresPoliticaPorto › «Forza Italia dimentica i danni fatti a Porto Torres»
Mariangela Pala 27 novembre 2017
Passa al contrattacco la segreteria cittadina del Partito democratico dopo le accuse di Forza Italia sulla mancata la decisione di escludere il porto di Porto Torres dalla rappresentanza nel Comitato di gestione dell’Autorità Portuale
«Forza Italia dimentica i danni fatti a Porto Torres»


PORTO TORRES - «Forza Italia scompare per anni a Porto Torres, dopo i danni e le dimenticanze nei confronti della nostra città e del nostro porto da parte dei governi nazionale e regionale a guida centro destra». Passa al contrattacco la segreteria cittadina del Partito democratico dopo le accuse di Forza Italia sulla mancata la decisione di escludere il porto di Porto Torres dalla rappresentanza nel Comitato di gestione dell’Autorità Portuale.

«Riappare oggi, come se niente fosse, - aggiunge il segretario Pd, Mirko Luiu - come se le vere ferite inferte al nostro territorio dalle loro fallimentari gestioni non ci siano mai state e punta il dito contro altri, anche contro chi ha avuto il coraggio di criticare una scelta assunta da una giunta regionale dello stesso colore politico». Quel coraggio che, secondo la segreteria Pd, ai rappresentanti locali di Forza Italia è sempre mancato quando le decisioni che penalizzavano Porto Torres arrivavano dalla giunta Cappellacci, «e si capisce dunque il motivo per il quale il partito si è ridotto ai minimi termini nella nostra città».

Il circolo Pd di Porto Torres, «che oggi viene inopportunamente chiamato in causa, non è rimasto in silenzio né prima della composizione del comitato dell'autorità portuale e non rimarrà in silenzio neanche ora facendo sentire con forza la propria voce e non lesinando critiche se sarà necessario. Confermiamo quello che abbiamo detto al nostro segretario regionale alla vigilia di questa decisione e cioè che Porto Torres doveva avere un proprio rappresentante in quel comitato». Ora che la scelta è stata assunta «siamo pronti a vigilare e a dare il nostro contributo - conclude Luiu - perché al nostro porto turritano sia destinato lo stesso trattamento e la stessa attenzione degli altri scali marittimi. Le polemiche strumentali le lasciamo ad altri, a chi fino ad oggi non ha mostrato cenni di esistenza sia quando ha avuto responsabilità di governo che quando si è trovato all'opposizione».
© 2000-2017 Mediatica sas