Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaLavoro › Ex Ati-Ifras: lavoratori del Parco in attesa
Red 30 novembre 2017
Il risultato della riunione del Tavolo partenariale è che il percorso va avanti. Igea ha consegnato le lettere di assunzione a quarantacinque lavoratori. Comune di Sassari in campo. L’istruttoria ha validato piani finanziari ed i cronoprogrammi di cinque Enti, per un totale di ottantotto assunzioni: venticinque di queste relative al Parco di Porto Conte
Ex Ati-Ifras: lavoratori del Parco in attesa


SASSARI - Va avanti il percorso del Tavolo partenariale per l’attuazione delle politiche di reimpiego dei 490 lavoratori dell’Area Parco Geominerario provenienti dall’ex Bacino Ati-Ifras. L’incontro, sotto il coordinamento dell’assessore regionale degli Affari generali Filippo Spanu, si è svolto a Cagliari, nella sala riunioni del palazzo della Regione, alla presenza di tutte le rappresentanze sindacali, e degli enti e strutture regionali con specifiche competenze nella gestione di questa fase transitoria. Spanu ha fatto il punto della situazione ed illustrato le novità scaturite dal lavoro dei soggetti coinvolti.

Martedì, il Comune di Sassari ha presentato cinque progetti per l’inserimento lavorativo di quarantasei persone. Ora verranno avviate le procedure finalizzate all’assunzione dei lavoratori. L’Aspal e l’Assessorato degli Enti Locali hanno istruito i piani finanziari ed i cronoprogrammi di alcuni degli Enti firmatari dell’accordo procedimentale. Solo il Parco Monte Arci non ha sottoscritto tale accordo e ha comunicato l’intenzione di riproporre un progetto ridimensionato con solo i lavoratori certificati in base alla legge 34 del 2016. Per l’Associazione Miniere Rosas, l’analisi del piano finanziario e del cronoprogramma ha necessità di alcuni chiarimenti, che verranno inviati entro la settimana.

L’istruttoria ha validato piani finanziari ed i cronoprogrammi dei seguenti Enti, per un totale di ottantotto assunzioni: Comune di Gadoni (un'assunzione), Parco naturale regionale di Porto Conte (venticinque), Fondazione Cammino minerario di Santa Barbara (venti), Comune di Iglesias (undici) e Domus Acqua (trentuno). Entro questa settimana, ai cinque Enti sarà trasmesso un modello di avviso pubblico per la selezione dei lavoratori e per adottare procedure di selezione omogenee tra tutti i soggetti coinvolti nel processo di assunzione. Ieri (mercoledì), sono stati convocati i quarantacinque lavoratori ancora da assumere, per la consegna delle lettere di assunzione, con occupazione differita alla data del 3 gennaio 2018, giorno nel quale la agenzia formativa convenzionata comincerà l’attività di formazione.

Con riferimento alla procedura di avvio della certificazione dei lavoratori da inserire in applicazione dell'art.6 della legge regionale n.18 del 2017 (personale anche assunto a tempo determinato, collaboratori e consulenti a contratto), lunedì l’Assessorato regionale del Lavoro ha pubblicato l’avviso di selezione con scadenza a venerdì 22 dicembre. 111 lavoratori hanno finora sottoscritto gli atti transattivi e percepiranno le somme concordate. Sono in corso le pratiche amministrative per la liquidazione degli importi stabiliti. A questo punto, sono definite in modo certo le posizioni di 189 lavoratori. Sono pronte le procedure per la definizione di altre 151 posizioni. Devono poi essere approvati i progetti di Enti locali e pubblici in grado di assicurare l’inserimento degli altri lavoratori.
Commenti
18:19
«A brevissimo, interlocuzioni con Invitalia e Mise», ha assicurato il presidente della Regione autonoma della Sardegna ai rappresentanti dalle organizzazioni sindacali provinciali di Cgil, Cisl, Uil per discutere delle problematiche del sito industriale
15:48
Chiamata di imbarco per un piccolo di camera sul traghetto Sharden della compagnia di navigazione Tirrenia
13/12/2017
Con l’approvazione, questo pomeriggio, da parte della Giunta regionale, del Piano di incorporazione dell’Ipab San Giovanni Battista di Ploaghe, i 127 lavoratori a tempo indeterminato della struttura socio-sanitaria passano definitivamente all’Ats
© 2000-2017 Mediatica sas