Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariSaluteAnimali › Randagismo: sterilizzazioni a Sassari
Red 7 dicembre 2017
L´Amministrazione comunale di Sassari ha deciso di stanziare fondi con i quali offrire un contributo a privati che intendano sottoporre la propria cagnetta all´operazione
Randagismo: sterilizzazioni a Sassari


SASSARI - La sterilizzazione delle cagnette è uno dei pilastri fondamentali per la lotta la randagismo. Per questo, l'Amministrazione comunale di Sassari ha deciso di stanziare fondi con i quali offrire un contributo a privati che intendano sottoporre la propria cagnetta all'operazione. La novità consiste nel fatto che i proprietari potranno scegliere il veterinario di fiducia e l'Ente erogherà l'aiuto economico direttamente al professionista.

Il bando è stato redatto dal Settore Ambiente e verde pubblico del Comune, in collaborazione con l'Ordine dei medici veterinari. Sul sito internet del Comune, è pubblicato il bando, che scade venerdì 15 dicembre, con tutti i dettagli. Sarà stilata una graduatoria in base all'Isee ed il contributo varierà da un massimo di 150 ad un minimo di 37,50euro. I richiedenti dovranno essere residenti a Sassari, avere un cane femmina regolarmente microchippato ed iscritto nella Bdr (Banca dati anagrafe canina regionale) ed avere un reddito non superiore a 20mila euro.

Le persone interessate dovranno presentare al protocollo del Settore Ambiente e verde pubblico il modulo, scaricabile dal sito internet del Comune di Sassari, compilato e sottoscritto, insieme alla copia del modello Isee del 2016, del documento di riconoscimento del proprietario e tesserino sanitario ed anagrafico del cane e della nomina del veterinario che eseguirà l'intervento, controfirmata dal professionista. L'ordine della graduatoria sarà determinato in base al reddito, partendo dal più basso. Il contributo per la sterilizzazione sarà erogato nei limiti del tetto massimo del finanziamento stanziato. A parità di reddito, il contributo sarà accordato al nucleo familiare più numeroso. In caso di ulteriore parità, si procederà ad estrazione. Il contributo, previsto per una sola cagnetta per ogni famiglia, sarà erogato direttamente al medico veterinario che ha eseguito l'intervento, dietro presentazione di certificazione di quest'ultimo dell'avvenuto intervento.
Commenti
9:56
Italia nostra Sardegna chiede pertanto l’immediata revoca degli abbattimenti dei daini nel Parco di Porto Conte e la contestuale adozione di un piano alternativo coerente con la salvaguardia degli ecositemi isolani e con una corretta gestione del patrimonio faunistico
15/2/2018
Il Comitato zonale Nurra collaborò con il Parco di Porto Conte per la raccolta delle segnalazioni della presenza degli ungulati da parte dei tanti agricoltori ormai esasperati ai massimi livelli per il sovrannumero di tali specie
15/2/2018
Raniero Selva interviene in merito ai Daini di Porto Conte: «Siamo convinti che il Parco Naturale Regionale di Porto Conte non voglia assolutamente sopprimere animali o favorire l’uso delle doppiette. Sarebbe una evidente contraddizione inaccettabile con le sue principali finalità istituzionali»
15/2/2018
Legambiente Sardegna chiede che la scelta degli abbattimenti venga revocata invitando l´assessore regionale della Difesa dell´Ambiente ad adottare un piano alternativo coerente con gli obiettivi della Carta delle vocazioni faunistiche e del Piano regionale Faunistico-venatorio
© 2000-2018 Mediatica sas