Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariCulturaCultura › I Tarli di Roberta Filippelli a Sassari
A.S. 9 dicembre 2017
Le installazioni a cura della Filippelli (nella foto) e realizzate dal gruppo "Otto Damen", saranno visibili dall´11 al 25 dicembre in via Sardegna e via Oriani a Sassari
I Tarli di Roberta Filippelli a Sassari


SASSARI - Il gruppo "Otto Damen" costituito da Quartierino Blatta, Martina Cara, Raffaela Carcangiu, Elisa Desortes, Roberta Filippelli, Veronica Muntoni, Valeria Secchi e Chiara Seghene, compie un'operazione d'arte pubblica con l'affissione di due manifesti 6x3 su due impianti pubblicitari del tessuto urbano: mantiene vivo così un fil rouge tra presente e passato e definisce, in questo momento di cambiamento sociale, delle linee di ricerca innovative, esprimendosi attraverso linguaggi differenti. Dall'11 al 25 dicembre i manifesti artistici saranno visibili in via Sardegna e via Oriani a Sassari. L'evento è promosso dal Comune di Sassari e dall'associazione culturale Acme. Capricci, chiodi fissi, crucci, fisime, fissazioni, inquietudini, manie, ossessioni, puntigli, rodimenti,
sfizi, tormenti. Tarli! voraci animaletti che corrodono l'animo umano.
17/4/2018
Firmato oggi il Protocollo d´Intesa promosso dai due Comuni di Alghero con lo stilista algherese, il cui obiettivo della collaborazione è la sperimentazione di forme di valorizzazione integrata negli ambiti della cultura e del turismo
17/4/2018 video
Nell´aula del Consiglio comunale riunito alla presenza delle massime cariche militari, la consegna delle 414 vittime di guerra nello studio di Raffaele Sari Bozzolo. L´elenco si compone dei nomi e cognomi di 195 militari morti durante la prima guerra mondiale, 156 caduti su tutti i fronti della seconda guerra mondiale e 63 civili. Le immagini
17/4/2018
Il 15 novembre 1995 la Conferenza generale dell’Unesco ha dichiarato il 23 aprile “Giorno internazionale del libro e dei diritti d’autore”, ma in quella data si festeggia anche San Jordi, patrono della Catalogna ed il “giorno degli innamorati” e, per questo, fin dal 15esimo Secolo, si usa regalare una rosa rossa all’innamorata e, dal 1925, un libro
© 2000-2018 Mediatica sas