Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaEdilizia › «Piena luce sulla vicenda Calabona»
S.O. 12 dicembre 2017
Le autorizzazioni edilizie rilasciate ad Alghero a due passi dal mare per la realizzazione di palazzine da 5 piani in zona Calabona al centro della polemica. Il PdS chiede chiarezza
«Piena luce sulla vicenda Calabona»


ALGHERO - «In merito alla vicenda di Calabona, che da qualche giorno sta movimentando la politica cittadina, il Partito dei Sardi, schierato nel parlamento Sardo dalla parte della legalità, equità e trasparenza amministrativa – dall'Agenzia delle Entrate Sarda, alla questione degli accantonamenti fino all'annosa querelle Anas - ribadisce la necessità di fare piena luce, senza strumentalizzazioni di sorta, sulla correttezza delle concessioni rilasciate nel sito, al fine di tutelare gli interessi
dei cittadini algheresi e la salvaguardia del territorio costiero comunale».

Le autorizzazioni edilizie rilasciate ad Alghero a due passi dal mare per la realizzazione di palazzine da 5 piani in zona Calabona, in un contesto che il Ppr regionale tutela quale contesti inedificabili, al centro della furiosa polemica scoppiata nelle scorse settimane in città. In passato, infatti, nessuno aveva mai permesso la costruzione di simili edifici in quella zona, perdi più insediamenti residenziali (e non turistici).

«Sappiamo bene che la materia urbanistico-edilizia ha da sempre alimentato grandi dibattiti e accese diatribe in città, anche a seguito della mancata approvazione del Piano Urbanistico Comunale (Puc), unico strumento capace di stabilire norme chiare e definite in merito alla pianificazione territoriale. In questo contesto, il Partito dei Sardi continuerà ad attuare tutte le azioni politiche necessarie alla risoluzione della vertenza seguendo, con particolare attenzione, la nuova conferenza di servizi e impegnandosi affinché il nuovo strumento urbanistico cittadino possa essere portato in aula entro la fine della consiliatura» conclude la nota del Partito dei Sardi.
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas