Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresAmbienteAmbiente › Porto Torres, montagne di bustoni neri nelle isole ecologiche
Mariangela Pala 12 dicembre 2017
Giornate di festa o feriali non fa differenza, i bustoni neri dei rifiuti depositati vicino alle isole ecologiche di piazza Marinaru, piazza Tola, via Roma e dietro la stazione marittima rischiano di accumularsi giorno dopo giorno fino a diventare delle vere e proprie montagne di spazzature
Porto Torres, montagne di bustoni neri nelle isole ecologiche


PORTO TORRES - Giornate di festa o feriali non fa differenza, i bustoni neri dei rifiuti depositati vicino alle isole ecologiche di piazza Marinaru, piazza Tola, via Roma e dietro la stazione marittima rischiano di accumularsi giorno dopo giorno fino a diventare delle vere e proprie montagne di spazzatura. Sacchi neri bollati come "non conformi" che rischiano di restare abbandonati nella strada e in prossimità dei marciapiedi attirando gatti e gabbiani.

Anche questa mattina i cumuli di sacchi di immondizia hanno accolto al risveglio i residenti e non sono passati inosservati neppure ai passanti che hanno scattato foto per immortalare la sporcizia che regna in quelle aree. Più volte i vigili urbani sono stati costretti ad intervenire ed a segnalare il deposito di sacchetti della spazzatura che vengono gettati dagli incivili, sempre pronti dietro l’angolo. Regole non rispettate e difficili da far rispettare.

Di sicuro è necessario studiare una formula per evitare che nei giorni di festa, in particolare, ma anche nei giorni feriali, si formino delle discariche che di certo non fanno bene alla salute e ancor meno al decoro cittadino. La campagna “tolleranza zero” lanciata dall’amministrazione comunale sembra non aver prodotto risultati nelle coscienze dei nemici della differenziata. I cittadini chiedono più controlli e ampliamenti dei ritiri della raccolta con contenitori spesso troppo pieni. Cassonetti strabordanti nelle isole ecologiche e brutte immagini che stonano in un periodo natalizio, quando cresce l’esigenza di vedere una città decorosa oltre che decorata.
20/1/2018
Il Wwf pone all’attenzione pubblica, un’idea progettuale eco-sostenibile di alto valore socio-ambientale come già è stato realizzato in molte città europee: bonificare, riqualificare e portare la spiaggia e la balneazione sin dentro la città
20/1/2018
Sarà interamente a carico delle aziende del Polo industriale il costo per il risanamento della falda di Portovesme. Ieri mattina, lo ha stabilito il Ministero dell’Ambiente, che ha ripartito i costi per decreto
© 2000-2018 Mediatica sas