Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariCulturaArte › A Palazzo Ducale, Chiamarlo amore non si può
Red 15 dicembre 2017
Sarà inaugurata questa mattina, la mostra organizzata dal Comune di Sassari, in collaborazione con l´Ufficio scolastico provinciale, ed i dirigenti di numerosi istituti
A Palazzo Ducale, Chiamarlo amore non si può


SASSARI – Oggi (venerdì), alle 10, a Palazzo Ducale, sarà inaugurata la mostra “Chiamarlo amore non si può”, organizzata dal Comune di Sassari in collaborazione con l'Ufficio scolastico provinciale, ed i dirigenti di numerosi istituti. Il progetto vede le classi impegnate a rappresentare, attraverso pensieri o disegni, il proprio modo di vedere la violenza maschile contro le donne

Il progetto vede le classi impegnate a rappresentare, attraverso pensieri o disegni, il proprio modo di vedere la violenza maschile contro le donne. Dall'atrio alle scale, da domani a venerdì 5 gennaio, Palazzo Ducale diventerà una galleria d'arte per le opere ideate dagli studenti, supportati dai docenti. Il giorno dell'inaugurazione, a cui parteciperanno anche i giovani autori delle installazioni, quattro fra ragazzi e ragazze, preparati dall'attrice Teresa Soro, interpreteranno un brano di Leonardo Sole sulla violenza contro le donne.

Le installazioni contro la violenza sulle donne sono state create dalle scuole che hanno aderito al progetto. A differenza dell'anno scorso, per il 2017 hanno potuto partecipare non soltanto agli istituti cittadini, ma anche quelli della provincia. L'iniziativa si inserisce all'interno di un più ampio percorso finalizzato a realizzare interventi di contrasto e di sensibilizzazione rispetto al drammatico fenomeno della violenza di genere.
Commenti
18/4/2018
Verrà inaugurata giovedì 26 aprile, alle 19, nello Spazio Parentesi di Via Belfiore 19, “Unio”, la mostra personale del giovane artista, visitabile fino a giovedì 3 maggio
17:06
Il collettivo Rp arti aderisce alla “Primavera antifascista” promuovendo una mostra collettiva, che verrà inaugurata venerdì sera e che vedrà confrontarsi tredici artisti: Aaron Gonzales, Cladinè Curreli, Dario Toffetti, Davide Casu, Don Pedro, Effe, Enea, Joan Oliva, Max Mazzoli, Pupa Niolu, Ruben Mureddu, Sara Pilloni e Taf
© 2000-2018 Mediatica sas