Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariPoliticaManifestazioni › Lavoro e giovani: politiche europee a Sassari
Red 16 dicembre 2017
Lunedì sera, nella Sala Angioy, nel Palazzo della Provincia, è previsto “Il lavoro per i giovani: occupabilità e nuove professioni nelle politiche europee”, dibattito organizzato dall’associazione SardegnaEuropa, con la partecipazione di Renato Soru
Lavoro e giovani: politiche europee a Sassari


SASSARI - Si terrà lunedì 18 dicembre, alle 17, nella sala Angioy del Palazzo della Provincia, a Sassari, “Il lavoro per i giovani: occupabilità e nuove professioni nelle politiche europee”, dibattito organizzato dall’associazione SardegnaEuropa durante il quale si approfondirà con il pubblico e la stampa il tema dell’innovazione come motore di sviluppo per nuovi lavori ed occupazione giovanile. L’evoluzione tecnologica, e tutto ciò che ne consegue, è un corso irreversibile, per cui è sempre più fondamentale definire nuove direttrici politiche che, secondo l’Ocse sono essenzialmente tre: tener conto della quantità, ma anche della qualità dei posti di lavoro; mantenere l’inclusività del mercato del lavoro; sviluppare adattabilità e resilienza nel mercato del lavoro.

La politica deve cercare di governare questo periodo di transizione, in cui i costi sociali per i lavoratori più deboli si stanno rilevando pericolosamente alti, e lo deve fare attraverso nuove normative e strumenti in grado di gestire queste trasformazioni. Diventa così fondamentale investire in istruzione e formazione dei giovani, soprattutto per ciò che riguarda l’acquisizione di competenze utili all’adattamento tecnologico, come la scienza, la tecnologia, l’ingegneria, la matematica ed in generale tutte le competenze digitali. Il sistema della formazione deve essere implementato, perché i modelli di apprendimento basati esclusivamente sulla trasmissione di conoscenza non risultano efficienti rispetto alla complessità dell’attuale mercato.

Sono necessari percorsi formativi capaci da un lato di favorire sempre più l’incontro con la domanda del lavoro e dall’altro di favorire, soprattutto nei giovani, l’acquisizione delle cosiddette “soft-skill”, cioè competenze interpersonali e capacità di adattamento rapido e di flessibilità per far fronte ai continui cambiamenti lavorativi. L’iniziativa vedrà partecipare tra i relatori Stefano Quintarelli (parlamentare, esperto in innovazione digitale), Romano Benini (docente dell’Università degli studi di Roma “La Sapienza”), Andrea Pugliese (Link Campus University), Alice Soru (amministratore delegato Open Campus), Pierluigi Pinna (fondatore Abinsula), Massimo Temussi (direttore Agenzia sarda Politiche del lavoro) e Michele Carrus (segretario regionale Cgil). Concluderà l'incontro l’onorevole Renato Soru.

Nella foto: Renato Soru
Commenti
20/4/2018
Musica, e non solo. In cinque angoli diversi della Sardegna: da Porto Torres con la sua isola parco, l’Asinara, ad Alghero, dall’area marina di Tavolara ai nuraghi di Nuoro e di Barumini.
20/4/2018
Per il quinto anno consecutivo la città di Castelsardo apre il suo cuore alla Sclerosi laterale amiotroficae si mobilita per raccogliere risorse da destinare alla ricerca scientifica, quale unico strumento in grado di trovare al più presto una cura e fornire risposte concrete alle persone malate
© 2000-2018 Mediatica sas