Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaPoliticaAmbiente › Ambiente: la Giunta approva il secondo Papers
Red 22 dicembre 2017
«Con il nuovo piano, supportiamo Pubblica amministrazione e imprese negli acquisti verdi», dichiara l´assessore regionale della Difesa dell´ambiente Donatella Spano
Ambiente: la Giunta approva il secondo Papers


CAGLIARI - La Giunta regionale, su proposta dell'assessore della Difesa dell'ambiente Donatella Spano, ha approvato ed adottato il “Papers 2”, Piano per gli Acquisti pubblici ecologici della Regione autonoma della Sardegna, che sarà in vigore fino al 2020. «Il nuovo Piano conferma l'impegno della Regione Sardegna per la sostenibilità, in linea con la Strategia Europa 2020, che propone una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, per un'economia più efficiente sotto il profilo delle risorse, più verde e più competitiva», ha commentato Spano.

«La normativa nazionale sugli appalti – ha spiegato l'assessore – impone infatti di inserire criteri ambientali in tutti gli acquisti pubblici. Con il Papers 2 accompagniamo le Pubbliche amministrazioni nel cambiamento, che è molto impegnativo, in alcuni settori come ad esempio quello dell’edilizia, fornendo strumenti e formazione. Inoltre, rafforziamo la competitività delle nostre imprese, con interventi dedicati, affinché siano all’altezza delle richieste per il mercato pubblico regionale ed europeo. La Sardegna è stata pioniera con la sua strategia per gli acquisti pubblici ecologici con il primo piano e ora continuerà ad essere all'avanguardia».

Tre le mete che si prefigge il Piano, ad iniziare dal rafforzamento delle politiche delle amministrazioni pubbliche verso acquisti sostenibili (anche da un punto di vista etico e sociale, oltre che ambientale) in tutto il territorio regionale, consolidando le esperienze già maturate con il precedente Piano. Ancora: si intendono supportare gli Enti locali nella predisposizione dei bandi di gara per un corretto inserimento dei Criteri ambientali minimi e, infine, incentivare la qualificazione ambientale delle imprese. Il Piano è stato redatto nell'ambito del progetto Life GppBest, che ha l’obiettivo di trasferire il “modello Sardegna” ad altre regioni (i partner del progetto Lazio, Basilicata e Ministero dell'Ambiente della Romania), attivando il coinvolgimento di tutti gli Assessorati e le agenzie sarde. «Vogliamo che gli acquisti verdi diventino prassi comune e ordinaria, che siano da stimolo per la green economy regionale», ha concluso Donatella Spano.

Nella foto: l'assessore regionale Donatella Spano
Commenti
18:09
Atto storico del Comune di Alghero che tenta di chiudere una vergogna aperta pluridecennale, con insediamenti abusivi sulla costa di Porto Conte. Nonostante la prescrizione nel processo, rimane la lottizzazione senza autorizzazione e il dirigente pubblica l´atto con cui vengono annesse al patrimonio pubblico le 133 piazzole
19:14
«Il Wwf, vista l’ordinanza d’ingiunzione pubblicata nell’albo Pretorio del Comune di Alghero, plaude all’azione intrapresa dal dirigente del settore Demanio del Comune di Alghero Guido Calzia che mira ad acquisire al patrimonio comunale l’area di Sant’Imbenia nel Comune di Alghero», dichiara il delegato Wwf per la Sardegna Carmelo Spada
20/4/2018
A Parigi il percorso individuato è il riconoscimento del corallo come patrimonio dell’umanità. Dopo Alghero, anche la cittadina in provincia di Napoli ha proposto la candidatura della lavorazione artigianale del corallo e del cammeo di Torre del Greco a patrimonio immateriale dell´Umanità Unesco”
19/4/2018
«Cessa la materia del contendere». Con questa semplice e scontata motivazione, la sezione di Cagliari del Tribunale amministrativo regionale pone definitivamente fine alla vicenda relativa all´adozione da parte del Consiglio comunale di Alghero del Piano di assetto idrogeologico e riconosce la piena legittimità degli atti
15:24
I carabinieri della compagnia di Porto Torres guidati dal capitano Romolo Mastrolia in collaborazione con i militari dei Noe - Nucleo operativo ecologico - hanno denunciato un portotorrese e due cittadini rom per abbandono di rifiuti pericolosi all’interno del campo nomadi
© 2000-2018 Mediatica sas