Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizienuoroSpettacoloTeatro › Parte il tour di Millimetroemezzo
Red 28 dicembre 2017
Teatro e pedagogia in giro per la Sardegna. Al via domani, a Lei, la performance farà tappa in diversi Comuni della Sardegna: mercoledì 3 gennaio 2018 a Senis, giovedì 4 a Fonni, venerdì 5 ad Oristano, giovedì 11 a Cagliari, venerdì 12 a Nuoro ed a fine gennaio a Gavoi
Parte il tour di Millimetroemezzo


LEI - Il tour di “Millimetroemezzo e altri centimetri. Di quando all’improvviso ho dovuto pensare alla cena” partirà domani, venerdì 29 dicembre, nel Centro polivalente comunale di Lei, evento organizzato dall’Amministrazione comunale. La performance farà tappa in diversi Comuni della Sardegna: mercoledì 3 gennaio 2018 a Senis, giovedì 4 a Fonni, venerdì 5 ad Oristano, giovedì 11 a Cagliari, venerdì 12 a Nuoro ed a fine gennaio a Gavoi.

Partendo dalla lettura di alcuni testi del blog Millimetroemezzo, l’attrice, educatrice e blogger di Orani Valentina Loche ripercorre il cammino che porta alla nascita di un figlio attraverso racconti di gravidanza emozionale. Dall’apparizione di una piccola lineetta alla meravigliosa avventura della danza della natura, fino a diventare genitori oggi,  in una società dove educare è sempre più difficile e dove l'educazione alle emozioni è sempre più importante. «Questo spettacolo - afferma Loche - parla di genitorialità accogliente attraverso la narrazione della vita, fin dall'inizio, fin da quando siamo solamente un millimetro e mezzo, appunto. È un monologo adatto a tutti: ai genitori, ai futuri genitori, ai figli, a tutto il villaggio, perché, parafrasando un proverbio africano, per educare un bambino ci vuole un intero villaggio».

E tra racconti, ironia, risate e momenti più intensi, l’interprete coinvolge il pubblico, lo trascina nell’avventura dell’attesa di un figlio e nella sua educazione dando dei piccoli spunti per una genitorialità accogliente. «Ho unito le mie passioni (pedagogia, teatro, scrittura) creando questo progetto nel quale credo molto. E’ una performance in cui affronto in modo semplice e divertente diversi temi sociali tra cui l’educazione al rispetto e alla parità, la diversità, la libertà, le differenze di genere, il sessismo, la violenza sulle donne, l’omosessualità. Si ride, si riflette, ci si emoziona».

Nella foto (di Annalisa Lande): Valentina Loche
Commenti
28/9/2018
Per il gran finale dell´edizione 2018, il palcoscenico sarà la facciata della Torre Sulis. Per San Michele c´è “Wanted”, una straordinaria performance acrobatica di eventi verticali
© 2000-2018 Mediatica sas