Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresPoliticaAmministrazione › Porto Torres: in tre anni 16 nuovi dipendenti comunali
Mariangela Pala 29 dicembre 2017
«Il dirigente ai servizi sociali Cuccureddu ha presentato una prima bozza del fabbisogno del personale e quindi una capacità di assunzione tramite concorsi o contratti a tempo determinato che sviluppa 16 unità lavorative tra il 2017 e il 2019». A comunicarlo è l’assessore al Bilancio Domenico Vargiu
Porto Torres: in tre anni 16 nuovi dipendenti comunali


PORTO TORRES - «Il dirigente ai servizi sociali Cuccureddu ha presentato una prima bozza del fabbisogno del personale e quindi una capacità di assunzione tramite concorsi o contratti a tempo determinato che sviluppa 16 unità lavorative tra il 2017 e il 2019». A comunicarlo è l’assessore al Bilancio Domenico Vargiu che sottolinea la disponibilità delle risorse dell’ente per poter incrementare il personale. Nel fabbisogno non sono previste figure professionali di categoria A di cui fanno parte i Lavoratori socialmente utili, ma soltanto C, I e qualche B3.

«In questo momento escludiamo il percorso di stabilizzazione degli Lsu - ha aggiunto l’assessore - anche se non escludiamo, secondo quanto stabilito dalla delibera approvata nello scorso consiglio comunale, dove si da indirizzo alla società in house Multiservizi di assumere qualora abbia esigenze di sostituzione o altro». Le dichiarazioni dell’assessore Vargiu arrivano a seguito dell’approvazione unanime della mozione con primo firmatario il consigliere Massimo Cossu per dare assoluta priorità a nuove assunzioni nel Comune di Porto Torres, in modo da incrementate in maniera sensibile l'organico compresi i lavoratori socialmente utili variando il fabbisogno del piano assunzioni dell’ente.

Il dispositivo era stato integrato in modo da impegnare sindaco e giunta a favorire nuove assunzioni e al tempo stesso dotare tutti gli atti affinchè anche la società in house Multiservizi potesse perseguire gli stessi obiettivi dell’ente. Resta il dubbio se la Multiservizi possa assumere i due Lsu che tempo fa furono licenziati per giusta causa dalla società in house.
18/4/2018
una grande azienda come Eni, in questo momento, può rendersi protagonista per il riscatto del territorio, se non con le misure compensative, finanziando progetti per il rilancio turistico, culturale, ambientale e sociale
© 2000-2018 Mediatica sas