Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizienuoroCronacaSanitàPsa, ancora abbattimenti nel Nuorese
Red 30 dicembre 2017
Concluse nel pomeriggio le operazioni di controllo legate all´eradicazione della Peste suina africana in Sardegna. Abbattuti tra Villagrande Strisaili e Talana 111 maiali allo stato brado irregolare, privi di controlli sanitari e di proprietà ignota
Psa, ancora abbattimenti nel Nuorese


NUORO - Si sono concluse nelle prime ore del pomeriggio, nelle campagne di Villagrande Strisaili e Talana, le operazioni di controllo e quindi di abbattimento dei maiali allo stato brado irregolare, di proprietà ignota e privi di controlli sanitari, avviate questa mattina (sabato) dal personale dell’Unità di progetto per l’eradicazione della Peste suina africana in Sardegna in costante coordinamento con la Prefettura e la Questura di Nuoro. Il bilancio degli interventi è di 111 maiali abbattuti: 51 depopolati a Villagrande, in località Bau Mela, e 60 a Talana, in località s’Ostoroddè.

Nelle attività di applicazione del piano di eradicazione della Psa è stato coinvolto personale dell’Ats, del Corpo forestale e di Vigilanza ambientale, dell’Agenzia Forestas, dell’Istituto zooprofilattico sperimentale, in collaborazione con le forze di polizia nazionali. «Fra i resoconti stilati dal personale dell’Udp sui controlli odierni risulta un video girato in agro di Talana, dove alcuni maiali allo stato brado si nutrono della carcassa di un bovino, morto chissà per cosa e chissà da quanto. Il rischio che poi le carni di questi suini, senza alcun controllo sanitario e dopo macellazioni clandestine, possa finire nelle tavole delle famiglie dei sardi è molto alto. Ecco perché è bene ricordare che bisogna accertarsi della provenienza sicura e certificata di carni e salumi».

Lo ha detto il responsabile dell’Udp e direttore generale della presidenza della Regione Alessandro De Martini, che ha poi aggiunto: «A poca distanza da dove è stato girato il video sono stati fotografati dei siti di allevamento con doppie recinzioni e capannine per il ricovero dei suini. Questi recinti erano completamente vuoti e abbandonati. Una scena del genere è inaccettabile – ha concluso De Martini – ci sono le strutture pagate con i soldi dei contribuenti che potrebbero permettere di fare allevamento a norma di legge e in completa biosicurezza e invece i maiali vengono lasciati abbandonati a loro stessi, facile preda della Psa e delle tante malattie che colpiscono gli animali che non hanno mai avuto neanche un controllo sanitario».
Commenti
14:36
Ieri, un Falcon 900 del 31esimo Stormo dell´Aeronautica militare, di stanza a Ciampino, ha accompagnato un uomo in imminente pericolo di vita, che è stato poi ricoverato al Niguarda
21/4/2018
Il seggio verrà aperto lunedì 23 aprile, dalle 9 alle 18, nei locali della struttura complessa Direzione igiene e controllo infezioni ospedaliere, in via Padre Manzella 4, a Sassari
21/4/2018
I capi abbattuti nelle campagne della cittadina nuorese erano allo stato brado illegale, non registrati, privi di controlli sanitari e di ignota proprietà
© 2000-2018 Mediatica sas