Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresCronacaAmbiente › In 75 gli eroi per il primo bagno di Capodanno
M.P. 2 gennaio 2018
Continua la tradizione del Tuffo di Capodanno e, grazie agli organizzatori, Gavino Dessì, Pietro Saiglia e Lello Cau giunge alla sua tredicesima edizione con un incremento di iscritti che quest’anno ha raggiunto gli oltre 70 partecipanti.
In 75 gli eroi per il primo bagno di Capodanno


PORTO TORRES - Continua la tradizione del Tuffo di Capodanno e, grazie agli organizzatori, Gavino Dessì, Pietro Saiglia e Lello Cau giunge alla sua tredicesima edizione con un incremento di iscritti che quest’anno ha raggiunto gli oltre 70 partecipanti. L’appuntamento come sempre è stato rispettato, il conto alla rovescia iniziato alle 11.45 dall’assessora allo sport Alessandra Vetrano è stato però ignorato dal Salvatore Delogu, 85 anni, il più anziano dei temerari che per primo si è tuffato nelle acque gelide del mare di Balai.

Dopo di lui, premiato con un accappatoio, i tanti coraggiosi tra adulti e giovanissimi che si sono immersi nell’acqua senza paura sfidando le temperature basse di questo periodo (15 gradi esterni e 13 gradi del mare). Una tradizione avviata per caso da Gavino Dessì, 67 anni che sottolinea il successo dell’iniziativa, «ogni anno siamo sempre di più» - ha detto – «vuol dire che dare il buon anno alla città in questo modo significa esprimere serenità e speranza a questo paese che in questo momento ne ha molto bisogno». Tra gli audaci anche il sindaco Sean Wheeler e alcuni amministratori 5 Stelle, ma anche tante donne e il segretario Uiltec-Uil di Sassari Giovanni Tavera.

«Se la giornata fosse stata come domenica avremo sbancato – ha detto Pietro Saiglia – ma nonostante il vento di maestrale abbiamo avuto un numero alto di partecipanti». Tanti gli sponsor che hanno voluto aderire e garantire la riuscita dell’evento in una giornata che ha visto la partecipazioni di alcune associazioni come gli scout Cngei per logistica. «Una bella soddisfazione vedere tanto pubblico - ha aggiunto Lello Cau - in una giornata in cui abbiamo ordinato il sole ed è venuto fuori in una baia di Balai che è favolosa perché riparata dal maestrale».
20/1/2018
Il Wwf pone all’attenzione pubblica, un’idea progettuale eco-sostenibile di alto valore socio-ambientale come già è stato realizzato in molte città europee: bonificare, riqualificare e portare la spiaggia e la balneazione sin dentro la città
20/1/2018
Sarà interamente a carico delle aziende del Polo industriale il costo per il risanamento della falda di Portovesme. Ieri mattina, lo ha stabilito il Ministero dell’Ambiente, che ha ripartito i costi per decreto
© 2000-2018 Mediatica sas