Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresPoliticaAmministrazione › Nomina direttore del Consorzio: «preferiamo un bando pubblico»
M.P. 4 gennaio 2018
Sulla procedura di nomina del futuro direttore generale del Consorzio industriale provinciale di Sassari la polemica non si placa. Il sindaco di Porto Torres avrebbe preferito un concorso
Nomina direttore del Consorzio: «preferiamo un bando pubblico»


PORTO TORRES – Sulla procedura di nomina del futuro direttore generale del Consorzio industriale provinciale di Sassari la polemica non si placa. «Stamattina come amministrazione comunale abbiamo incontrato il presidente del Consorzio industriale provinciale Pasquale Taula e il delegato per il Comune di Porto Torres Claudio Pecorari per parlare dei progetti industriali e anche del futuro cambio del direttore generale. Tra pochi mesi l'attuale direttore potrebbe infatti andare in pensione e in seno al consiglio di amministrazione del Consorzio sono state poste le basi per l'individuazione del suo successore».

Il Cda ha scelto di vagliare i curricula dei due soli dirigenti già in organico. «La nostra posizione aggiunge il sindaco - è che questa procedura non rispecchia i nostri principi: avremmo preferito che si fosse optato da subito per un bando pubblico». Dichiarazioni fatte dal primo cittadino dopo l'interlocuzione odierna, in cui si è parlato anche di molti altri temi, tra cui quelli di sviluppo industriale, nonché dei tanti progetti attualmente in cantiere.

«Abbiamo ascoltato con attenzione le argomentazioni del Consorzio – spiega Wheeler – e comprendiamo l'iter che si è seguito che è ineccepibile sul piano tecnico e anche pratico». Il sindaco ritiene però che non lo sia dal punto di vista politico: «i due dirigenti in organico sono, o sono stati, degli esponenti politici e uno di questi è attualmente consigliere regionale probabilmente candidato anche alle prossime elezioni. Al di là del partito di appartenenza di ciascuno di loro, riteniamo sia opportuno scegliere la figura professionale tramite una selezione pubblica».
22:37
una grande azienda come Eni, in questo momento, può rendersi protagonista per il riscatto del territorio, se non con le misure compensative, finanziando progetti per il rilancio turistico, culturale, ambientale e sociale
© 2000-2018 Mediatica sas