Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaParchi › Parchi ai privati, M5S: tempi ristretti
S.O. 7 gennaio 2018
Bandi per la concessione dei beni comunali di Alghero: «scarsa comunicazione e tempistiche ridotte all’osso», per i 5 Stelle con l´anno nuovo le abitudini vecchie in seno all’Amministrazione comunale di Alghero non cambiano
Parchi ai privati, M5S: tempi ristretti


ALGHERO - L’Amministrazione comunale di Alghero decide di affidare ai privati la possibilità di valorizzare e gestire alcuni piccoli parchi urbani in zona Maria Pia [LEGGI], ma i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle avanzano più d'una perplessità in merito soprattutto alla presunta «scarsa comunicazione» alle tempistiche per partecipare ai bandi «ridotte all’osso». «I bandi sono datati 27 dicembre 2017, nel pieno delle vacanze natalizie, mentre solo giovedì 4 gennaio 2018 la popolazione ne è stata informata tramite una nota stampa, ben 8 giorni dopo» denunciano Porcu e Ferrara.

Il fatto più grave però a detta dei 5 Stelle starebbe nella scadenza utile alla presentazione delle offerte, fissata per il prossimo 15 gennaio 2018, a soli sei giorni lavorativi dalla comunicazione dell’apertura dei bandi. «Sei giorni insomma per effettuare il sopralluogo, preparare tutta la documentazione amministrativa, redigere il progetto, le relazioni tecniche, gli elaborati grafici, il piano economico e ottenere le fideiussioni bancarie».

«A non voler pensare male è palese ci sia stata dell’approssimazione, sintomatica di una disattenzione generale per la cosa pubblica che, invece, richiederebbe rigorosa attenzione e tempistiche rodate al millesimo» attaccano Porcu e Ferrara. «Se anche qualcuno avesse avuto la fortuna di scovare uno dei due bandi nei meandri dell’albo pretorio, ci chiediamo: come sarà possibile preparare tutta la documentazione necessaria in soli undici giorni? Perché così poca pubblicità e tanta fretta? Perché non stabilire un termine di presentazione delle offerte più umano e ragionevole? Per ora lasciamo all’Amministrazione l’onere della risposta».
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas