Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariPoliticaTrasporti › Riforma trasporto pubblico: doppio incontro Careddu-Comuni
Red 9 gennaio 2018
La Regione autonoma della Sardegna prosegue il confronto con il territorio sulla riforma del trasporto pubblico locale. Ieri mattina a Sassari e nel pomeriggio a Olbia, l´assessore regionale dei Trasporti Carlo Careddu, con i sindaci Nicola Sanna e Settimo Nizzi ed il presidente di Anci Sardegna Emiliano Deiana, ha incontrato i Comuni, le aziende e le parti sociali
Riforma trasporto pubblico: doppio incontro Careddu-Comuni


SASSARI - La Regione autonoma della Sardegna prosegue il confronto con il territorio sulla riforma del trasporto pubblico locale. Ieri mattina a Sassari e nel pomeriggio a Olbia, l'assessore regionale dei Trasporti Carlo Careddu, con i sindaci Nicola Sanna e Settimo Nizzi ed il presidente di Anci Sardegna Emiliano Deiana, ha incontrato i Comuni, le aziende e le parti sociali. «Una mobilità efficiente e di qualità consente la tutela di altri diritti come quello alla salute, all'istruzione, al lavoro: per questo il trasporto pubblico locale assume una valenza strategica straordinaria e per questo è necessario scrivere insieme l'importante riforma del settore». Lo ha detto Careddu, a Sassari, presentando i lavori ai quali hanno partecipato numerosi sindaci ed amministratori e gli advisor incaricati dall'Assessorato di effettuare uno studio sulla definizione dei bacini di mobilità per il trasporto pubblico. Sono state individuate più ipotesi sulle quali si è aperto il confronto. Il metodo di ricerca degli advisor ha previsto la valutazione della domanda sistematica e potenziale, in base ai dati Istat e di Sardegna statistiche, e dell’insieme dei servizi.

«Fatto salvo che i decisori finali saranno la Giunta e il Consiglio regionale, per noi è fondamentale fornire tutti gli elementi di conoscenza necessari, ascoltare e recepire le istanze di tutti gli interlocutori istituzionali al fine di elaborare una norma condivisa, al di là di qualunque particolarismo», ha aggiunto Careddu. Il presidente dell'Anci Sardegna ha apprezzato l'approccio partecipativo della Regione ritenendo la riforma necessaria sia per gli ambiti urbani, sia per quelli rurali. Sul portale istituzionale SardegnaMobilità sono disponibili i documenti tecnici ed i video integrali delle relazioni informative tenute dagli advisor a Cagliari il 17 novembre e via e-mail, al'indirizzo web trasp.assessore@regione.sardegna.it, possono essere trasmessi eventuali contributi, suggerimenti o anche semplici osservazioni. Prossimi incontri, oggi (martedì), alle 10,30 nell'Auditorium Satta, in Piazza Asproni, a Nuoro, ed alle 16.30, nell'aula consiliare del municipio in via Roma, a Lanusei.

«È necessario per noi sindaci del territorio, in questa fase di elaborazione della riforma del settore, avere un dialogo costante con la Regione Sardegna, impegnata a delineare le linee della futura riorganizzazione del trasporto pubblico, e quindi a garantire una mobilità efficiente in tutta l'Isola – ha commentato il primo cittadino di Sassari Sanna - Il territorio del nord Sardegna si costituisce di due realtà differenti, quella delle zone urbane, e quella delle aree interne, che rispondendo a esigenze differenti necessitano anche di politiche economiche differenti. Chiediamo perciò alla Regione che consideri la nostra come una realtà complessa. E continuiamo a chiedere, come già fatto in precedenza, che la rete metropolitana del nord Sardegna, che ha tra le proprie competenze la gestione dei servizi di valenza sovracomunale, sia riconosciuta come bacino ottimale di trasporto e mobilità».

Nella foto: l'assessore regionale Carlo Careddu
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas