Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziecagliariCronacaSicurezza › Sarroch: bonificato un ordigno esplosivo
Red 12 gennaio 2018
Questa mattina, gli artificieri del Quinto Reggimento Genio guastatori della Brigata Sassari hanno messo in sicurezza un proietto d´artiglieria Eps da 75millimetri, trovato nelle campagne
Sarroch: bonificato un ordigno esplosivo


SARROCH – Questa mattina (venerdì), gli artificieri del Quinto Reggimento Genio guastatori della Brigata Sassari hanno concluso le operazioni di bonifica e messa in sicurezza di un proietto d’artiglieria Eps da 75millimetri rinvenuto nelle campagne a circa 5chilometri da Sarroch. Infatti, dopo la richiesta di intervento da parte della Prefettura di Cagliari, gli uomini della Brigata Sassari sono intervenuti per distruggere l’ordigno risalente alla Seconda Guerra mondiale.

Il proietto d’artiglieria, caricato con alto esplosivo, era stato ritrovato nei giorni scorsi, in località Monte Nieddu, da un cercatore di funghi che, allarmato alla vista del residuo bellico, aveva avvertito le autorità locali. Gli artificieri del Quinto Reggimento di Macomer hanno provveduto alla distruzione sul posto del residuato, dopo aver messo in sicurezza l’area.

Il rinvenimento di ordigni nel territorio della Sardegna è un evento tutt’altro che raro: il 2017 è stato infatti chiuso con sedici bonifiche occasionali di residuati bellici effettuati in tutta l’Isola, e l’inizio del 2018 ha già visto impegnato l’Esercito in questo ambito, nel quadro degli interventi di pubblica utilità che la Forza armata svolge a favore dei cittadini.
Commenti
14:08 video
Partirà il prossimo 1 luglio il nuovo servizio di elisoccorso, il primo con mezzi dedicati e HEMS della Sardegna. Sarà gestito da Airgreen, che si è aggiudicata la gara bandita dall´Ats. L´equipaggio, selezionato in questi mesi, sta ultimando la formazione nella base dell´aeroporto di Alghero. Le parole di Giorgio Lenzotti (Areus) rilanciate dalla Regione Sardegna
15/6/2018
Dopo la parte tecnico teorica, ieri, le guardie zoofile sono andate nell´aerostazione per la parte pratica. Il progetto è stato reso possibile grazie all´intervento della Sogeaal, dell´Enac e del comandante Boi dei Vigili del Fuoco
© 2000-2018 Mediatica sas