Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariSportBasket › Basket: Dinamo ko a Pesaro
Red 14 gennaio 2018
I biancoblu non trovano la vittoria a Pesaro. All’Adriatic Arena, sono i marchigiani a vincere 88-85 nella gara che chiude il girone di andata della regular season del campionato Lba 2017/18
Basket: Dinamo ko a Pesaro


SASSARI – Nel match valido per la 15esima ed ultima giornata del girone di andata del campionato Lba 2017/18, il Banco di Sardegna Dinamo Sassari cede 88-85 sul parquet dell'Adriatic Arena contro la Vuelle Pesaro. La sfida era ad altissima tensione: importantissima in ottica qualificazioni alle Final eight di Coppa Italia per i biancoblu, cruciale per smuovere la classifica per i marchigiani.

Coach Leka manda in campo Moore, Ceron, Little, Mika e Omogbo, Federico Pasquini risponde con Hatcher, Bamforth, Pierre, Polonara e Jones. I marchigiani partono forte, con un parziale di 6-0 firmato da Mika, Sassari rompono il ghiaccio con Hatcher e Bamforth. La Vuelle detta il ritmo, ma gli ospiti non perdono il contatto e chiudono i primi 10' di gioco indietro di un solo possesso. La seconda frazione si apre ancora con un parziale Vuelle, Ancellotti e l'ex biancoblu Monaldi allungano e Pasquini chiama il minuto. Contro break di Sassari con Planinic, Pierre e Hatcher che firma la parità con una tripla (30-30 al 14'). È ancora il play biancoblu a segnare per il sorpasso, ma Mika riporta i suoi sul pari. Errori su entrambe le metà campo, si procede punto a punto ed in chiusura del primo tempo sono Omogbo e Moore a violare la difesa sassarese per il 47-41.

Al rientro dall'intervallo lungo, Hatcher e Polonara riaccendono l'attacco Dinamo, la difesa biancoblu e la presenza a rimbalzo arginano la transizione dei padroni di casa, che continuano a costruire con Moore, Mika ed Omogbo. Planinic da sotto le plance firma il sorpasso. Un errore sul ferro accende il contropiede biancorosso per il controsorpasso, ma Bamforth non ci sta e si alza dai 6,75. Pierre chiude il terzo quarto sul 65-64. Negli ultimi 10' di gioco, Hatcher è perfetto dall'arco e porta avanti i suoi, Polonara allunga ancora, ma Bertone ed Omogbo costruiscono il sorpasso. Ancora biancorossi e biancoblu punto a punto, ogni possesso vale il controsorpasso, gli uomini di coach Pasquini intensificano la difesa, ma perdono un paio di possessi importanti. I marchigiani sanno approfittarne e si portano sul +7 (79-72 a poco meno di 5' dalla fine). Hatcher e Polonara riducono ancora lo svantaggio ad un solo possesso. Nell'ultimo 1'30”, i passaggi in lunetta danno vantaggio alla Vuelle e l'arresto e tiro di Little vale il +5. Bamforth si riavvicina sul -3 ed i sassaresi capitalizzano il possesso arrivato dall'infrazione di campo avversaria con Bamforth dalla lunetta. Una persa con fallo dello stesso play biancoblu porta i marchigiani sul +3 a 2"85 dalla sirena. A nulla vale la preghiera dai 6,75 di Hatcher e la sfida si chiude 88-85.

Federico Pasquini commenta così la gara: «Abbiamo giocato una brutta partita, molto moscia a livello difensivo. Abbiamo consentito tanto a livello di uno contro uno al ferro e prima ancora, ad inizio partita, abbiamo subito molto a livello di transizione difensiva, che sapevamo essere il pezzo forte di Pesaro. Loro erano molto più affamati di noi, e noi non abbiamo fatto la partita che mi aspettavo, ci abbiamo messo molta meno energia del dovuto. Dobbiamo ripartire, questa settimana fra Trento e Murcia abbiamo speso molte energie, ma questa non deve essere una scusante, dovevamo presentarci con una faccia diversa da subito, non dovevamo giocare questa partita di avanti-indietro senza dare adeguato peso ai possessi difensivi. Ora abbiamo due giorni e mezzo per recuperare energie, perché si tornerà di nuovo in campo, per cui dobbiamo resettare, è evidente che sono molto deluso».

VUELLE PESARO-BANCO DI SARDEGNA DINAMO SASSARI 88-85:
VUELLE PESARO: Omogbo 17, Ceron 11, Mika 17, Moore 13, Bocconcelli, Ancellotti 5, Monaldi 2, Little 9, Bertone 14, Serpilli. Coach Spiro Leka.
BANCO DI SARDEGNA DINAMO SASSARI: Spissu, Casula, Bamforth 22, Planinic 4, Devecchi 3, Randolph 3, Pierre 6, Jones 8, Hatcher 21, Polonara 18, Picarelli, Tavernari. Coach Federico Pasquini.
PARZIALI: 26-23, 47-41, 65-64.
Commenti
23:21
Il Banco di Sardegna Sassari conquista il Game 12 della Basketball champions league imponendosi per 93-78 sui lituani della Juventus Utena, sul parquet del PalaSerradimigni
© 2000-2018 Mediatica sas