Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaTurismo › «Il Cap d'Any una grande fabbrica della creatività»
P.P. 22 gennaio 2018 video
Tutti i numeri del Capodanno di Alghero: 132 appuntamenti in 47 giorni per un totale di oltre 2400 ore di spettacolo. 200 associazioni in campo, oltre 1300 persone tra artisti e collaboratori e 350 aziende coinvolte. 300mila euro l'investimento. Il tocco di Antonio Marras e Paolo Fresu, la creatività di Tonino Serra, Giorgio Donini e gli studenti dell'istituto d'Arte
«Il Cap d'Any una grande fabbrica della creatività»


ALGHERO - 132 appuntamenti in 47 giorni per un totale di oltre 2400 ore di spettacolo, dislocati nel centro storico, in città e nelle borgate, per tutte le fasce d'età, dai bambini agli adulti, per tutti i gusti e per pubblici differenti: dagli eventi Family ai Mercatini, dalle Mostre d’Arte ed Artigianato Artistico, dalla Musica per i giovani e meno giovani, alla Cultura più impegnata a Teatro, nei convegni, nell’attenzione alle tradizioni algheresi e sarde. Quasi 200 associazioni in campo, oltre 1300 persone tra artisti e collaboratori, circa 350 aziende coinvolte. Tutto un mondo che si muove attorno agli appuntamenti di "Més Que Un Mes" con un ritorno di immagine ed economico non solo a breve, ma anche a media e lunga scadenza.

Con un tocco in più: dagli allestimenti con le stoffe di Antonio Marras alle musiche di Paolo Fresu che accompagneranno la città fino all'estate. Poi la creatività di Tonino Serra, Giorgio Donini e gli studenti dell'istituto d'Arte. «Més Que Un Mes è una fabbrica della creatività» ha evidenziato l'Assessora alla cultura Gabriella Esposito. Alghero, prima città in Sardegna a portare il capodanno in piazza, anche quest'anno ha rinnovato e innovato la formula. «In prospettiva futura, in tema di fare sistema, auspico la possibilità di presentare un'offerta integrata di tutti gli eventi del nord - ovest sardo perché i nostri territori possiedono degli importanti attrattori che possano collaborare e sviluppare sinergie. Ci prepariamo – ha concluso la Esposito – ad un anno ricco di appuntamenti. A febbraio presenteremo la programmazione per la primavera – estate».

«Da due anni – ha sottolineato Raffaele Sari, presidente della Fondazione Alghero - Més Que Un Mes è un eterogeneo contenitore di cultura, tradizione e divertimento che propone un volto della città identificabile ed identitario, partendo dall'associazionismo locale, dai nostri artisti e dal contributo di grandi firme nazionali e internazionali». «Oltre quaranta giorni di emozioni, di spettacoli e cultura per tutti i gusti e per tutte le età – ha sottolineato il Sindaco Mario Bruno - e andremo avanti per tutto il 2018 con eventi straordinari, capaci di creare destinazione e attrazione. Alghero conferma la sua vocazione e il suo ruolo di Porta d'oro».
Commenti

19/2/2018
Il Comune di Sassari è in questi giorni in Repubblica ceca per presentare il bando sulle “Zone F4”, le aree del territorio comunale che possono accogliere nuovi insediamenti turistico-alberghieri
18/2/2018 video
Presentata la guida ai luoghi francescani della Sardegna: in prima fila con lo splendido complesso monumentale ubicato nel cuore della città vecchia, Alghero. Le parole dell´assessore regionale Barbara Argiolas
19/2/2018
Giorgio Murru, direttore del museo della statuaria preistorica sarda, con sede a Laconi, ha spiegato, nel corso dell’intervento, che scavi recenti, realizzati a Nurallao ed a Samugheo, hanno restituito testimonianze assai rilevanti che fanno pensare ad una continuità dell’antica religione dei sardi almeno fino all’alba dei nuraghi
© 2000-2018 Mediatica sas