Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSpettacoloTeatro › Alghero a teatro contro la ludopatia
Red 6 febbraio 2018
Ad Alghero debutta “XDente-quando perdere (non) è un gioco”. Domani e giovedì, al Teatro civico, è in programma il nuovo spettacolo voluto fortemente dal Comune di Alghero e realizzato dallo Spazio-T, nell´ambito delle politiche contro il gioco d´azzardo patologico
Alghero a teatro contro la ludopatia


ALGHERO – Domani, mercoledì 7, e giovedì 8 febbraio, debutta al Teatro civico “XDente-quando perdere (non) è un gioco”, il nuovo spettacolo dello Spazio-T, realizzato con il sostegno del Comune di Alghero. Lo spettacolo, fortemente voluto dall’Amministrazione comunale impegnata nella lotta contro il fenomeno della ludopatia, è frutto di un intenso lavoro di ricerca della compagnia teatrale algherese.

Il protagonista, Paolo Dente, è un ragazzo come tanti. Ha degli amici, una ragazza ed un lavoro. Un giorno in un bar, incontra il “gioco” ed entra in quel tunnel fatto di luci, suoni e colori accattivanti, pieno di speranze di soldi facili. Vince ed inizia a sentirsi super, invincibile. Ma è solo un’illusione e Paolo arriverà a perdere tutto, anche se stesso. “XDente-perdente” è un testo originale scritto da Michele Vargiu, che mette in scena la parabola discendente di un giocatore d’azzardo ed accompagna il pubblico all’interno del suo mondo reale/virtuale. Sul palco, Maurizio Pulina, Michele Vargiu e Chiara Murru, che ha curato anche la regia. Uno spettacolo rivolto ai ragazzi, ma adatto a tutti, arricchito da un progetto grafico realizzato dall’illustratore Riccardo Atzeni, nel quale ritroviamo il protoganista “super eroe” e che lo SpazioT si augura possa diventare presto un fumetto.“XDente” debutterà domani e giovedì, al Teatro civico con due mattinèe riservati alle scuole ed uno spettacolo serale aperto al pubblico. La partecipazione è gratuita per tutti gli spettacoli, fino ad esaurimento posti. Per lo spettacolo serale, giovedì, alle 20.30, le prenotazioni cominceranno oggi (martedì), a Teatro Civico, o al numero 349/1389151 (anche via sms).

Allo spettacolo hanno collaborato Emilio Canu ed Alessandro Fele, rispettivamente al video ed agli effetti speciali; Marco Velli che ha realizzato i costumi e Tony Grandi, autore del disegno luci. Il lavoro s'inserisce in un lungo percorso intrapreso dalle competenti commissioni consiliari e dagli uffici amministrativi, con il coinvolgimento attivo di associazioni e professionisti uniti contro il fenomeno preoccupante del gioco d'azzardo, con l'obiettivo di contribuire a sensibilizzare la società partendo dalle generazioni più giovani.
Commenti
19/11/2018
Da mercoledì a domenica, al Teatro Massimo, per la Stagione de “La grande prosa & Teatro Circo”, firmata Cedac/Circuito multidisciplinare dello spettacolo in Sardegna, andrà in scena l’anteprima nazionale dello spettacolo teatrale “Mio cuore io sto soffrendo. Cosa posso fare per te?”, ideato e diretto da Marras e prodotto da Valeria Orani
19/11/2018
La scena culturale ai margini della città è in fermento e trova spazio nella nuova struttura dell’Associazione italiana cultura e sport, nel quartiere del Latte Dolce, inaugurato venerdì nell’edificio dell’Aics, in Via Cedrino 3
19/11/2018
Volutamente ispirato alla sceneggiatura dell’omonimo film di Ettore Scola del 1977, interpretato da Sophia Loren e Marcello Mastroianni, lo spettacolo è inserito nelle due rassegne “Colazione fuori banco” e “Sere d’inverno”
17/11/2018
Quest’anno, sono in programma due appuntamenti cinematografici dedicati a temi di forte attualità: la violenza domestica che, oltre le donne, colpisce anche i bambini che vi assistono; e la violenza di genere delle Istituzioni, che tuttora persiste anche nei paesi democratici
19/11/2018
Oltre 8´ di applausi interrotti da un bis: erano attesi da ventisei anni a Sassari e non hanno deluso le aspettative del Comunale di Sassari i Carmina Burana di Carl Orff, inseriti per la prima volta nella Stagione lirica dell’Ente concerti “Marialisa de Carolis”
© 2000-2018 Mediatica sas