Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariPoliticaAmbiente › Igiene urbana Sassari: il M5S all'attacco
Red 9 febbraio 2018
«Spendere tanto per un servizio inefficiente? Inammissibile», dichiara Desirè Manca, portavoce del Movimento 5 stelle nel Consiglio comunale di Sassari, in riferimento alla grave situazione legata al servizio di igiene urbana
Igiene urbana Sassari: il M5S all'attacco


SASSARI - «Spendere per un servizio non efficiente? Uno spreco di risorse in partenza». Il Piano economico e finanziario stilato dell’Amministrazione comunale di Sassari è stato approvato. Il sindaco Nicola Sanna, il Partito democratico ed i partiti che compongono la Maggioranza, fra le altre cose, «hanno decretato che nel 2018 la spesa da sostenere (a carico dei cittadini) per il contratto di igiene urbana sarà pari a circa 26milioni di euro».

«La spesa per un servizio è giustificata dall’efficienza dello stesso. Ma se questo non accade, se non vi è corrispondenza, se sono addirittura i sindacato a sottolineare l’inefficienza della struttura e del servizio stesso, allora c’è qualcosa che non va. E non quadra - afferma Desirè Manca, portavoce nel Consiglio comunale di Sassari del Movimento 5 stelle - Mi chiedo come sia possibile che Fiadel e Fit.Cisl in due comunicazioni distinte, si rivolgano all’Amministrazione comunale per lamentare alcune fastidiose anomalie nella gestione dell’appalto in essere? E come è possibile, di conseguenza, che l’assessore competente in materia non conceda loro udienza? Questo accade a Sassari». «Manca il controllo, mancano verifiche adeguate su una situazione che, degenerando, rischia di lasciare la città di Sassari scoperta ed allo sbando».

«A giugno dello scorso anno, avevo segnalato la cosa con apposita interrogazione, ancora non discussa. Nello specifico lamentavo il non funzionamento dei macchinari lavacassonetti, legato ad una condizione di mancato controllo. Oggi accade che la società Ambiente Italia, titolare dell’appalto, si ritrovi senza acqua causa distacco del contatore acqua da parte di Abbanoa. Immaginate le precarie condizioni igienico-sanitarie in cui lavorano i dipendenti dell’azienda». Ancora, succede che «i mezzi che il Comune di Sassari paga come da contratto annuale, spesso vengono impiegati in ambito esterno al contratto in essere. Questo comporta la necessità di costringere il personale a turnare, con la città che intanto rimane scoperta. E allora, ribadisco, come è possibile che nessuno verifichi? Come è possibile che a fronte del pagamento di un importo così elevato non esista un organo di controllo che garantisca e tuteli il sevizio e gli operatori chiamati a prestarlo? Attendo risposte», conclude Manca.

Nella foto: il consigliere comunale Desirè Manca
Commenti
21:44
Venti bustoni di spazzatura differenziata raccolta lungo il parco di Balai e il parco di Baden Powell sono il bilancio della giornata dedicata alla manifestazione Cleanwalking
16/2/2019
La Giunta regionale ha approvato nei giorni scorsi il Programma apistico regionale per il triennio 2020-2022, redatto in accordo con le organizzazioni professionali e le forme associate del settore apistico rappresentative della realtà sarda
15/2/2019
Iniziative e risorse contro l’estinzione della specie protetta. Accolta la risoluzione proposta dalla deputata algherese del Movimento 5 stelle Paola Deiana
14/2/2019
Sabato 16 febbraio la Scuola sarda del Cammino in collaborazione con il Comune di Porto Torres promuove una mattinata di fusione tra il camminare per il benessere, la salute e la pulizia del territorio
© 2000-2019 Mediatica sas