Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaAeroporto › «Le parole sono opinioni, non sono fatti»
Red 21 febbraio 2018
Marco Di Gangi, presidente di Azione Alghero e vicecoordinatore regionale di Energie per l’Italia, interviene sulle recenti prese di posizione di esponenti del Pd sulla situazione dell’aeroporto di Alghero
«Le parole sono opinioni, non sono fatti»


ALGHERO - «Le parole sono opinioni, non sono fatti, l’azione è la sola verità». Questo aforisma dell’imperatore-filosofo Marco Aurelio calza a pennello per commentare e confutare la strategia comunicativa-elettorale del Partito democratico sardo sull’attuale declino dell’aeroporto di Alghero”. Così esordisce Marco Di Gangi, presidente di Azione Alghero e vicecoordinatore regionale di Energie per l’Italia sulle recenti prese di posizione di esponenti del Pd sulla situazione dell’aeroporto di Alghero [LEGGI].

«Alcuni leader dei democratici in questa fase preelettorale si affannano, infatti, spendendo fiumi di parole a cercare di spiegare ad un’opinione pubblica sempre meno disposta a prestargli attenzione e a credergli, che la perdita di centinaia di migliaia di passeggeri, la pochezza di collegamenti, la precaria situazione lavorativa di decine di lavoratori dello scalo algherese e , per ultimo, la impossibilità odierna di poter accedere ai voli in regime di continuità tra Alghero e Roma a partire dal prossimo 9 giugno non sia una loro responsabilità – insiste Di Gangi - Al governo da svariati anni dell’Italia, della Sardegna e dei principali Comuni dell’Isola, inclusi Alghero e Sassari, provano sempre ad attribuire a “chi c’era prima” la responsabilità di tutto quello che non funziona, dimenticandosi che le principali e più devastanti scelte politiche che oggi pesano come macigni sulla vita di interi territori le hanno compiute essi stessi con le proprie Maggioranze».

«E, se per onestà alcune scelte passate sono certamente suscettibili di critiche, queste non rendono meno gravose le conseguenze delle scelte recenti. Con una retorica spocchiosa, snob e per questo ancora meno apprezzata, onorevoli oratori, convinti di essere ancora credibili, con doti da supereroi, di questo dobbiamo dargli atto, si arrampicano sugli specchi per cercare di nascondere nella nebbia di argomentazioni inconsistenti e scarsamente attinenti quella che è la realtà costituita dall’odierno declino non solo di un aeroporto, quello di Alghero, ma di un intero territorio, quello del sassarese, che mai come in quest’epoca è stato così evidente. La Democrazia è una grande conquista del nostro Paese e si basa sul principio dell’alternanza. Mi auguro che il corpo elettorale, a iniziare dal prossimo 4 marzo, svolga compiutamente il ruolo che gli compete bocciando chi ha male governato», conclude il presidente di Azione Alghero.

Nella foto: Marco Di Gangi
Commenti
12:06
Base stagionale a rischio, ma potrebbero essere incrementati i collegamenti. Niente di ufficiale ancora, ma potrebbe essere questa la linea della compagnia aerea irlandese sullo scalo di Alghero. Un po’ come avviene su Parigi o altri scali internazionali. In attesa di possibili novità, pre-caricati i voli della Summer 2018. Attesa per i voli invernali su Barcellona e Madrid
19:15
Ryanair rischia di non aprire la base stagionale su Alghero. La denuncia è del segretario della Filt Cgil della Sardegna, Arnaldo Boeddu: E´ arrivato il momento in cui le organizzazioni sindacali non vengano lasciate da sole ad affrontare problemi di simile portata
17/9/2018
In merito alle criticità riscontrate durante i mesi di picco della stagione estiva che hanno determinato ritardi e cancellazioni, l´Enac ha aperto una dettagliata attività di valutazione
© 2000-2018 Mediatica sas