Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroSpettacoloManifestazioni › Alghero fa sul serio: cartellone lungo 10 mesi
A.S. 22 febbraio 2018 video
Cartellone | Contest europeo del jazz, sport mondiale, Ermal Meta ad aprile, fotografia internazionale, festival del cinema con una città che si fa ancora teatro a cielo aperto. Comune e Fondazione presentano il cartellone (in progress) con dieci mesi di eventi e manifestazioni per tutti i gusti. E per l´estate riapre l´anfiteatro del Palazzo dei Congressi
Alghero fa sul serio: cartellone lungo 10 mesi


ALGHERO - E' tutto vero. Comune e Fondazione Alghero fanno sul serio, e in linea con quanto richiesto dal mercato turistico e dagli imprenditori culturali, così da rafforzare la destinazione e creare motivi di promozione e interesse del territorio, presentano il calendario di manifestazioni lungo dieci mesi (è la prima volta che accade). Tanta cultura, musica, arte e cinema: Contest europeo del jazz, sport mondiale, Ermal Meta ad aprile, anno Rossiniano (con Pesaro), fotografia internazionale (maggio), festival del cinema (luglio) con una città che si fa ancora teatro a cielo aperto da settembre a novembre, poi il lungo Cap d'Any. Concerti, mostre, esposizioni, allestimenti urbani ed eventi sportivi internazionali vivacizzano la Riviera del Corallo tutti i mesi dell'anno. E durante il corso dell’anno verranno promossi e presentati alla stampa e al pubblico i programmi dettagliati di ciascun evento inserito in un cartellone ancora "in progress", aperto all'inserimento di nuove manifestazioni in corso di definizione.

Questa mattina la presentazione da parte del Sindaco Mario Bruno, dell’Assessora al Turismo e Cultura Gabriella Esposito e del presidente della Fondazione Alghero Raffaele Sari Bozzolo. Tanti gli eventi che daranno alla città una dimensione internazionale, tra tutti la candidatura a Città Creativa Unesco all'interno del Creative Cities Network: Alghero si presenta il 4 aprile a Parigi con orgoglio, città simbolo in Sardegna per la rara bellezza ambientale e le peculiarità linguistico-culturali che ne fanno un'autentica perla nel Mediterraneo. Dal JazzAlguer al rally mondiale, passando per l’International beach soccer.

Non poteva non essere decisamente soddisfatto Mario Bruno, che dal primo momento aveva chiesto più programmazione e coinvolgimento: «Alghero ha una sua programmazione di qualità e di forte attrattiva. Ha creato tutti i presupposti per rafforzare la destinazione e per la destagionalizzazione dei flussi turistici. Sta facendo in pieno la propria parte, serve adesso una nuova sinergia con Regione e società di gestione aeroportuale per riportare nuovi collegamenti da novembre a febbraio. La candidatura a Capitale della Cultura ci ha dato l’impulso per programmare e mettere a frutto le collaborazioni con Paolo Fresu e Antonio Marras - ha precisato il sindaco - e con le realtà della nostra città per realizzare una strategia fatta di eventi di qualità. Alghero è sempre più parte integrante di una fruttuosa rete di rapporti internazionali in grado di promuovere l’identità e le peculiarità che ci distinguono».

Per Gabriella Esposito «Alghero ha programmato con attenzione ed è in grado oggi di proporre un programma di eventi con largo anticipo. Un investimento culturale coordinato, che mette a sistema la vasta proposta della città. Programmare per tempo significa dare opportunità giuste alle realtà imprenditoriali per partecipare e contribuire alla promozione della stagione. L'identità è il traino di un progetto che rende Alghero unica, all'interno di una strategia che guarda ai territori internazionali con cui Alghero è collegata per creare le condizioni di una nuova stagione della destinazione-Alghero». Soddisfatto anche Raffaele Sari Bozzolo: «Si costruirà un ponte con Pesaro nel segno delle affinità tra Alghero e l'anno Rossiniano. E poi il cinema, con il passo avanti della Società Umanitaria che quest'anno propone una formula interessantissima sul tema. Ermal Meta torna ad Aprile, la città gli ha portato fortuna. È un programma che per la prima volta viene presentato a febbraio, e questo rappresenta un fatto unico nella storia dell'Amministrazione cittadina».

© 2000-2018 Mediatica sas