Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariCronacaSanità › Aou-fornitori protesi: c´è l´accordo per la transazione
Red 26 febbraio 2018
Positiva la riunione nella sede dell´Aou di Sassari di Viale San Pietro. Sarà avviato il percorso per regolarizzare le posizioni debitorie pregresse
Aou-fornitori protesi: c´è l´accordo per la transazione


SASSARI - C'è l'accordo tra Aou di Sassari ed i fornitori di protesi. Le ditte hanno accettato il percorso proposto dall’Azienda e si sono impegnate ad avviare immediatamente la negoziazione che consentirà di chiudere i debiti ancora in corso. Hanno già preso il via gli incontri con i singoli fornitori. La riunione svolta nei locali della Direzione aziendale aveva l'obiettivo di comunicare il percorso giuridico-amministrativo che l'Azienda intende seguire per regolarizzare le situazioni debitorie pregresse, oltre che definire la posizione contrattuale di ciascun fornitore. L'Azienda ospedaliero universitaria e fornitori protesi ed ausili, a novembre 2017 si erano lasciati con un impegno, quello di avviare un tavolo di lavoro e formulare una serie di procedure e di percorsi condivisi. Nel frattempo, l'Aou di Viale San Pietro avrebbe definito nuove precedure operative per la liquidazione delle fatture che devono essere pagate. Alla base quindi un impegno pieno, «perché il rapporto con i fornitori è una priorità aziendale».

Il primo febbraio, due mesi da quell'incontro, l'Aou di Sassari ha attivato il progetto che ha come obiettivo la completa definizione dei debiti aziendali “incagliati”. Si tratta di quei debiti che seguiranno un percorso speciale interno all'azienda. Ed è proprio con questo modello che l'Azienda di Viale San Pietro si è presentata ai fornitori. Un modello organizzativo nuovo, che permetterà di emettere i provvedimenti di pagamento per le aziende, nel pieno rispetto dell’efficienza e dell’efficacia dell’azione amministrativa. Quindi, l'Aou si muoverà su due fronti: da una parte avvierà una serie di percorsi per la gestione degli approvvigionamenti futuri che saranno gestiti dal Servizio Provveditorato, il quale già da questa settimana farà partire le procedure per la gara ponte per le protesi ortopediche e, a seguire, per quelle vascolari. Dall'altra parte, invece, il debito pregresso sarà gestito da un nuovo ufficio, quello appunto dei “debiti incagliati”, che opererà in collaborazione con il direttore del Servizio Farmacia.

«Chiediamo alle ditte di collaborare fattivamente – ha spiegato il direttore generale Antonio D'Urso – supportando, con le informazioni in loro possesso, la ricostruzione del pregresso e sostenendo ancora l’ospedale con le forniture, fino alla definitiva attivazione delle nuove procedure pubbliche». Il manager ha ricordato che l'Azienda ha sempre espresso la volontà di risolvere la questione annosa, dal punto di vista della contrattualistica e dei pagamenti. «Abbiamo sempre ritenuto strategico il partenariato con i fornitori – ha ribadito D'Urso – e da febbraio 2017 abbiamo avviato procedure per evitare possibili fasi di stallo. La nostra Azienda, su una posizione debitoria pregressa di circa 70milioni di euro, in circa dieci mesi ha liquidato ai fornitori oltre 65milioni di euro», ha concluso il manager. «La transazione che sarà proposta dal servizio gestione “debiti incagliati” alla fine di un articolato percorso istruttorio, risulta il miglior strumento operativo a nostra disposizione per chiudere in modo legittimo e rapido le partite ancora aperte», ha aggiunto il direttore amministrativo dell'Aou Lorenzo Pescini. La riunione ha anche dimostrato come, in questo periodo, non sia mai venuto meno il dialogo tra aziende fornitrici e Aou. Un'apertura che consente di stabilire un percorso ed un cronoprogramma per l'abbattimento delle criticità.

Nella foto: un momento della riunione
Commenti
21:08
Dopo i controlli compiuti dal Dipartimento di prevenzione-Servizio igiene degli alimenti e della nutrizione dell´Ats Sardegna, l´acqua a Badde Pedrosa ed a Scala Mala è stata dichiarata non idonea al consumo umano diretto come bevanda e per la preparazione degli alimenti
16/6/2018
Screening mammografico e prevenzione del tumore al seno: la Direzione dell´Assl di Sassari ha incontrato il Movimento spontaneo delle donne libere in lotta per il diritto alla salute
16/6/2018
Gli esponenti della Regione autonoma della Sardegna sono giunti nel capoluogo turritano per l´inizio dei lavori del nuovo ospedale. «Ulteriore tassello nella costruzione della rete», hanno sottolineato
© 2000-2018 Mediatica sas