Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariPoliticaElezioni › Presentata a Sassari la lista Civica popolare Lorenzin
Red 26 febbraio 2018
«Vogliamo rivolgerci a quel 35percento di elettori che non vuole andare a votare a chi si dischiara deluso dalla politica. Siamo convinti del nostro progetto e del fatto che l’Italia abbia bisogno di un governo stabile e non di compagini che passano il tempo a litigare», ha dichiarato Federico Ibba, segretario regionale e candidato
Presentata a Sassari la lista Civica popolare Lorenzin


SASSARI - «Vogliamo rivolgerci a quel 35percento di elettori che non vuole andare a votare a chi si dichiara deluso dalla politica. Siamo convinti del nostro progetto e del fatto che l’Italia abbia bisogno di un governo stabile e non di compagini che passano il tempo a litigare. Abbiamo chiuso la scorsa legislatura al governo con il centro sinistro e coerentemente ci siamo riproposti alle elezioni con la stessa coalizione». Lo ha affermato a Sassari Federico Ibba, segretario regionale e candidato della lista Civica popolare Lorenzin, che ha presentato il proprio programma ed i candidati alle elezioni politiche del 4 marzo. Ibba ha ricordato la genesi della lista in Sardegna: «abbiamo cercato persone che avessero un forte radicamento sociale, gente che lavora, professionisti, funzionari, dirigenti, insegnanti, uomini e donne in grado di rappresentare al meglio il messaggio ed il progetto che vogliamo lanciare».

Tra i candidati, il sassarese Alessandro Vozzo, capolista nel collegio plurinominale della Camera, che ha illustrato alcuni punti del programma politico della lista. «Provengo dal mondo del volontariato e da quello cattolico – ha dichiarato Vozzo – e metto a disposizione le mie esperienze ed il mio vissuto per questo progetto. Nel programma per il prossimo Parlamento c’è l’impegno a cercare di risollevare il ceto medio, ma anche dare il giusto sostegno alle necessità delle famiglie, sostegno che passa attraverso strumenti che consentano la gratuità degli asili nido e pensiamo anche ad un raddoppio del bonus bebè. Attenzione particolare meritano anche categorie deboli come anziani e disabili. E poi ancora aumentare gli investimenti nelle politiche sanitarie, ad esempio per abbattere le liste di attesa. Per quanto riguarda lavoro e imprese: incentivi fiscali alle start up innovative, favorire l’insediamento di imprese in territori svantaggiati o a rischio spopolamento. Questi alcuni dei temi e delle proposte nel nostro programma».

Alla conferenza stampa, hanno partecipato anche i due candidati nei collegi uninominali della Camera e del Senato Silvio Lai e Gianfranco Ganau. «In questa campagna elettorale - ha detto Lai – si tende molto a semplificare e a non sottolineare in modo adeguato che il Centrosinistra è presente con quattro liste. Io sono convinto che questa coalizione abbia molte chance di competere con le altre formazioni politiche che si presentano alle elezioni, e questo è possibile anche grazie all’apporto della lista Civica popolare Lorenzin. E proprio la ministra della Salute ha dato un grande contributo nel Governo. Ha lavorato fianco a fianco con il nostro gruppo dirigente e ha evitato, ad esempio, che il nostro sistema sanitario andasse in default. Se siamo riusciti a tenere una sanità pubblica nel nostro Paese lo dobbiamo anche al suo lavoro».

«Le forze politiche della lista Civica popolare Lorenzin – ha detto invece Ganau - hanno consentito al Centrosinistra di portare avanti la legislatura. Una legislatura che ha portato dei risultati positivi. Un Centrosinistra che è stato in grado di guidare un Paese che era sull'orlo del baratro, portandolo fuori dalla crisi. I dati iniziano ad essere confortanti e la ripresa è in corso. Abbiamo iniziato un percorso virtuoso che ha consentito importanti risultati e l'approvazione di riforme strutturali, utili per il nostro Paese insieme al riconoscimento di diritti civili che si attendevano da tempo. Dobbiamo proseguire su questa strada, dobbiamo governare questo Paese e la coalizione di Centrosinistra è l’unica che può farlo».

Nella foto: un momento della presentazione
Commenti
15:40
Quello che accade in queste giornate nel Centrodestra regionale è chiaro: Forza Italia, sondaggi alla mano, teme la debacle elettorale e tenta in tutti i modi di far saltare la candidatura di Cristian Solinas. Ma il caos politico nasconde una resa dei conti tutta interna a Forza Italia, che rischia di trascinare con se anche Riformatori e Udc
© 2000-2018 Mediatica sas