Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Ferrara e Porcu contro il «marciume»
M.N. 6 marzo 2018
Dai portavoce di Alghero arriva un pesante attacco all´indirizzo di Pd e Forza Italia, i due partiti che, più di tutti insieme ai Centristi, hanno subito un importante frenata di consensi
Ferrara e Porcu contro il «marciume»


ALGHERO - Il voto per il Parlamento, sempre molto diverso da quello per le Amministrative, segna ad Alghero un vero e proprio tracollo per il Partito democratico (-11% rispetto al 2013), Forza Italia (che perde più del 6% rispetto al 2013) e Centristi (Udc, Ncd oggi Noi con l’Italia, Fli) che scendono ad un insignificante 2% [LEGGI]. Il partito che più di tutti guadagna consensi e parlamentari è il Movimento 5 Stelle che ad Alghero, già primo nel 2013 col 31%, passa al 43% circa [LEGGI].

Passata l'euforia così, senza neppure preoccuparsi troppo di quelli che potranno essere i nuovi alleati qualora Di Maio provasse a metter su un Governo, dai portavoce di Alghero arriva un pesante attacco all'indirizzo di Pd e Forza Italia, «i due partiti che ci hanno governato negli ultimi venticinque anni e sonoramente bastonati da un popolo stufo di essere usato, ignorato e umiliato» dicono Ferrara e Porcu. «Il Movimento continua a crescere e con esso crescono le persone che con sacrificio si impegnano giorno dopo giorno per far si che si possa ribaltare un sistema di potere che ha devastato il presente e che ci lascia poche speranze per il futuro».

Ce n'è per tutti: «Il Pd ad Alghero - sottolineano Porcu e Ferrara -
si è fermato al 13%, nonostante un Sindaco che il giorno prima delle elezioni ha pensato bene di dargli un solido e determinato sostegno, dimenticandosi di essere il sindaco di tutti». «Forza Italia con il suo 14% esiste in Sardegna grazie esclusivamente all'appoggio della Lega, quella stessa lega per cui ieri gli invasori eravamo noi terroni del Sud. Al di fuori di questo marciume c’è il Movimento 5 stelle, un movimento formato da semplici cittadini che si sono messi a disposizione di un sogno, forse utopico ma sempre più reale, cittadini liberi e lontani dai poteri forti ma vicini alla gente. Cittadini che mettono a disposizione competenze e sensibilità nell'interesse di tutti» concludono i consiglieri algheresi.

Parole che non piacciono al gruppo consiliare algherese di Forza Italia, per nulla preoccupato per la vistosa frenata del partito berlusconiano, al contrario rinvigoriti per l'ascesa dell'alleato Matteo Salvini, che anche ad Alghero conquista un risultato difficilmente ripetibile (11%). Immediata la replica dei Teddiani Pais, Camerada e Pirisi che rivolgendosi a Porcu e Ferrara rinviano al mittente quelle che considerano «infamanti considerazioni appartenenti ad una politica a noi distante come contenuti e linguaggio».
© 2000-2018 Mediatica sas