Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroOpinioniServiziPorta a porta, finalmente un processo virtuoso
Francesca Carta* 14 marzo 2018
L'opinione di Francesca Carta*
Porta a porta, finalmente un processo virtuoso


Il porta a porta è il nuovo sistema che il Comune di Alghero ha adottato per la raccolta dei rifiuti, una vera e propria rivoluzione a beneficio della città e dell’ambiente, una scelta dovuta nel rispetto della normativa europea oltre che del il D. Lgs. 152/2006 che detta le condizioni sulla raccolta differenziata e gli obblighi per le pubbliche amministrazioni. Alghero ha finalmente intrapreso quel processo virtuoso che guarda alla diminuzione dei rifiuti prodotti dal singolo, all’eliminazione dagli angoli delle strade dei cassonetti ormai elementi d’arredo maleodoranti che molto spesso diventavano piccole discariche cittadine e destavano irritazione e proteste. Già da qualche mese gli algheresi hanno iniziato a ritirare il kit dei mastelli, altri si accingeranno a farlo con gradualità, perché un’amministrazione lungimirante ha scelto di estendere il servizio porta a porta su tutti i quartieri della città: una scelta costosa e coraggiosa, ma fondamentale perché crediamo che si sia giunti ad un punto di non ritorno in materia di spazzatura.

E’ doveroso differenziare, lo dobbiamo alla città e all'ambiente. Troppo semplice spingere il pedale del cassonetto e lasciar cadere un sacco nero che contiene umido, secco, plastica vetro e quant'altro, o addirittura abbandonare impuniti i rifiuti lontano da occhi indiscreti, dimenticando che la strada altro non è che l’estensione delle nostre abitazioni. E’ semplicemente una questione di civiltà e decoro. I cambiamenti, la storia insegna, sono sempre forieri di preoccupazione, sconcerto e fastidio, ma pensiamo che il differenziare sia l’unica possibilità per evitare di destinare il nostro prezioso suolo a nuove e maleodoranti discariche. I primi risultati fanno ben sperare: nelle zone di Alghero interessate dal sistema porta a porta (pap) la percentuale di raccolta differenziata è cresciuta di ben 20 punti, passando da un insignificante 30% mensile registrato fino al 2017 al 52% di Gennaio 2018, il miglior dato mai registrato in città.

Eppure le difficoltà non mancano, con l’ufficio Ambiente a disposizione dei cittadini per superare le criticità e perfezionare il servizio: molti gli incontri programmati nei quartieri, nelle scuole e con le associazioni di categoria. E’ il segno che qualcosa sta decisamente e rapidamente cambiando. Un plauso dunque all’Assessore Raniero Selva che da subito ha sposato la scelta del porta a porta integrale e continua instancabile a sostenerla. Abbiamo ragione di credere di essere sulla buona strada, anche perché gli ultimi dati gli danno ragione e Alghero appare sempre più pulita e decorosa. Con la consapevolezza che il servizio possa essere ottimizzato e migliorato sempre più, crediamo che ciascuno debba fare la propria parte, ancor più in una città a vocazione turistica. Una scelta che diventa un’esigenza, senza se e senza ma, e che nel lungo termine, oltre a tutelare salute e ambiente, produce benefici economici e sociali. La pulizia della città non può essere esclusivo compito dell’Amministrazione e crediamo che la politica debba mobilitare energie positive non solo in occasione di grandi eventi come il passaggio del Giro d’Italia, Alghero prima che dei turisti che l’affollano d’estate è di chi la vive ogni giorno ed è nella quotidianità che ciascuno deve contribuire a renderla sempre più incantevole.

*a firma del Gruppo Consiliare "Democratici per Alghero" Francesca Carta, Vittorio Curedda, Giuseppe Fadda
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas