Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroCulturaTeatro › 77° per Pino Piras, ritorna País de Alegries
A.S. 19 marzo 2018
Il 18 marzo 1941 nasceva Pino Piras, indimenticato autore algherese scomparso nel 1989. Ad aprile torna in scena País de Alegries, una città con mille problemi e le promesse elettorali del Sindaco Carabassa: dalla squadra di calcio in serie A al lavoro e benessere per tutti
77° per Pino Piras, ritorna País de Alegries


ALGHERO - La città di Alghero ricorda il 77esimo compleanno dell'indimenticabile Pino Piras, autore algherese scomparso nel 1989. E il 5-6-7 Aprile torna in teatro País de Alegries, dopo lo straordinario successo del maggio scorso quando a distanza di quarant'anni dalla rappresentazione al Cinema Teatro Selva (Aprile 1977), la commedia è stata riproposta dall'associazione Culturale Cabirol. País de Alegries è l'unica commedia che l'autore scomparso prematuramente è riuscito a portare in scena, pur avendo prodotto una notevole serie di lavori teatrali (Lo Rei bo, Lo viut, La convivència, La questió del mort) oltre alle canzoni e alle poesie, alle fiabe e ai racconti, che nel corso di questi anni sono state oggetto di ricerca e promozione da parte dell'Associazione a cui fa capo il giornalista Giovanni Chessa.

La commedia racconta con il taglio acuto e ironico di Pino Piras i vizi di una società governata da incapaci e le tragedie di una città alle prese con i gravissimi problemi della disoccupazione e della casa. Negli anni settanta Alghero è al centro di una stagione politica turbolenta, fatta di commissariamenti, di forti proteste popolari, di contrapposizioni legate allo sviluppo urbanistico del territorio. I problemi di quegli anni, che guarda caso non sono molto diversi da quelli di oggi, i drammi, quali la casa, il lavoro, la miseria, sono stati affrontati intelligenza. Il bersaglio preferito da Pino Piras è naturalmente la classe politica dell'epoca, i punti di ritrovo per le "ciffute", il Portal, piazza Porta Terra, la vecchia aula del consiglio comunale dove succede di tutto.

L'elezione del nuovo consiglio con a capo il sindaco Carabassa, il popolo che protesta, le liti e le nuove elezioni, tutto sotto il cielo della vecchia Alguer, risate forse un po' amare ma grandi applausi. Come nel suo costume, Pino Piras racconta la realtà vista con il suo occhio tagliente e sfrontato che lo ha portato ad essere il principale riferimento della cultura popolare algherese: “Cau la rima, cau la cançó, cau lo campanil de Santa Maria, ma no fem caure l’última il·lusió, tenim-mos l’esperança encara un dia.”

Il recupero della commedia da parte della Associazione Cabirol, già promotrice di diverse iniziative di spettacolo a sostegno della lingua algherese, è volutamente un omaggio all'autore, con la riproposizione del testo originale in cui non mancano i riferimenti quasi mai casuali. Il cast è composto da Elisabetta Dettori, Mario Mulas, Roberto Bilardi, Angelo Salaris, Tore Nieddu, Michele Nieddu, Alberto Lai, Carlo Ibba, Aldo Puddu, Carlo Lai, Ignazio Paddeu, Cristian Grosso. La parte musicale è curata da Piero Sotgiu, Pietro Ledda, Giuseppe Manca, Cristian Grosso, le scenografie sono a cura di Sergio Zidda. Il coordinamento e la regia sono di Giovanni Chessa. País de Alegries è patrocinata dal Comune di Alghero e dalla Fondazione Alghero. La rappresentazione è prevista al teatro civico il 5-6-7 Aprile.
Commenti
19/7/2018
Più di 900 persone nelle prime tre serate, è il lusinghiero bilancio di pubblico ed apprezzamento per la settima edizione della “V” La Rassegna del Gesto 2018, che proseguirà fino a domenica 22 Luglio nel cortile del Centro di aggregazione Impegno rurale, a Santa Maria la Palma
© 2000-2018 Mediatica sas