Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroAmbienteCommercioAssalto al salotto della città: critiche
S.O. 28 marzo 2018
L´ultimo (in ordine di tempo) suolo pubblico autorizzato nell´ex salotto buono del centro storico di Alghero, Piazza Civica, fa storcere il naso un po a tutti. Disordine e poca armonia: è un ricordo il fascino della piazza con gli arredi urbani
Assalto al salotto della città: critiche


ALGHERO - Cambiano i tempi, si uniformano le attività e si fa di tutto pur di rimanere sul mercato. Ma le regole e soprattutto il buon senso che dovrebbe indirizzare ogni scelta amministrativa e commerciale, con maggior rigore quando è in ballo il bene pubblico, spesso non seguono il correre dei tempi. Capita così che, anche i regolamenti vengano palesemente superati da scelte discutibili, mancati controlli o concessioni forzate (nei tempi e nei modi).

Arredi urbani (sedute e aiuole) che spariscono senza un perchè o pile di tavolini e sedie accatastate durante l'inverno in mezzo alle piazze, sono solo esempi di un modus operandi consolidato. L'ultimo (in ordine di tempo) suolo pubblico autorizzato nell'ormai ex salotto buono del centro storico di Alghero, Piazza Civica, fa storcere il naso un po a tutti, commercianti e residenti. Il grande ombrellone piazzato davanti ad una gelateria in mezzo alla piazza, infatti, aggiunge disordine ad una piazza che ormai, senza un progetto d'insieme in grado di preservarla, anche negli arredi, è il ricordo sbiadito di un tempo.

E a nulla valgono le prescrizioni inserite nel regolamento che autorizza i tavolini in Piazza Civica: «Nei limiti della superficie massima autorizzabile (15% del totale) - si legge - le singole autorizzazioni sono rilasciate in modo tale da garantire un'armoniosa fruizione della piazza, un'ordinata integrazione nel contesto urbano e la tutela dei valori storico-architettonici, monumentali e simbolici». Basterebbe passeggiare per rendersi conto che di «ordinato», ormai, è rimasto ben poco.

Nella foto: uno scorcio di Piazza Civica
© 2000-2018 Mediatica sas