Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresSaluteSanità › Stintino attende un medico di base residente
M.P. 28 marzo 2018
L´amministrazione pronta a mettere a disposizione misure per l´avviamento dell´ambulatorio per il sanitario che scegliesse di abitare in paese
Stintino attende un medico di base residente


STINTINO - Entro il 29 marzo sarà possibile sapere se Stintino avrà il medico di base, almeno uno definitivo. A febbraio scorso, infatti, è stata pubblicata la graduatoria dei medici di famiglia che potranno scegliere, entro 90 giorni dalla nomina, il paese turistico per esercitare la loro attività. «Da circa un anno - afferma il sindaco di Stintino Antonio Diana - per vedere garantita la continuità assistenziale i cittadini del paese hanno fatto affidamento su un medico "pendolare" che, a giorni alterni, tiene aperto un ambulatorio».

Una situazione che, dopo il pensionamento del precedente medico di famiglia che aveva scelto Stintino come residenza, il primo cittadino del paese, Antonio Diana, non ha mai nascosto essere «una soluzione non ottimale, per il territorio e per i cittadini». Oltre all'orario d'ambulatorio, l'amministrazione comunale vuole la certezza che siano garantite le reperibilità per le visite domiciliari nell'arco della giornata e del sabato mattina sino, almeno, alle ore 10, così come previsto e prima che entri in attività la guardia medica. Quest'ultima, situata a Pozzo San Nicola, opera dalle 20 alle 8 di tutti i giorni feriali e dalle 10 del sabato o di ogni altro giorno prefestivo alle ore 8 del lunedì o del giorno successivo al festivo.

Per il sindaco Antonio Diana quindi è necessaria una presenza continua sul territorio dove, per quasi tutto l'anno, tra paese, Pozzo San Nicola e borgate risiedono circa 1500 persone. Adesso qualcosa potrebbe cambiare. «Abbiamo avuto notizia - riprende il sindaco - che i medici in graduatoria dovrebbero decidere entro il 29 marzo. Auspichiamo che quelli in lista possano scegliere Stintino anche come loro residenza».
Da parte dell'amministrazione quindi arriva un invito. «Al medico che dovesse accettare l'incarico e scegliesse la residenza in paese, l'amministrazione comunale è pronta a mettere a disposizione misure per l'avviamento dell'ambulatorio», afferma Antonio Diana.

Una "premialità" di non poco conto, se si pensa che a disposizione c'è già uno spazio comunale, situato nell'edificio dell'ex palazzo municipale, con ingresso dalla piazza del Comune e che il precedente medico di famiglia degli stintinesi aveva in uso proprio come ambulatorio. In definitiva il Comune è pronto a offrire gli spazi per un ambulatorio a costo zero.
11:12
«Regione all’avanguardia su monitoraggio e risorse per 25milioni nel biennio su bonifiche»; hanno dichiarato all´unisono gli assessori regionali della Sanità e della Difesa dell´ambiente
9:02
“Azzardopatia–Scommettiamo su di te”, parte da Alghero un appelo unanime: «subito la legge regionale per arginare un fenomeno di proporzioni devastanti»
19/7/2018
La donazione è avvenuta ieri, all´ospedale Santissima Annunziata. Donati cuore e polmoni (che vanno a Udine e Milano), mentre reni e fegato verranno trapiantati a Cagliari
18/7/2018
«Effetto concreto e positivo della riforma sanitaria, operativo un servizio essenziale che la Sardegna attendeva da anni», hanno dichiarato il presidente della Regione autonoma della Sardegna Francesco Pigliaru e l´assessore regionale della Sanità Luigi Arru
18/7/2018
Si è tenuto ieri pomeriggio un incontro tra l’assessore regionale della Sanità Luigi Arru, il presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau, il presidente della Commissione Sanità Raimondo Perra, alcuni consiglieri regionali, il rappresentante della nuova struttura, i direttori dei reparti di Oncologia medica dell´Azienda Brotzu e dell’Aou Cagliari ed una rappresentanza dei pazienti
© 2000-2018 Mediatica sas