Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresCulturaManifestazioni › Pasquetta in musica a Castelsardo
M.P. 2 aprile 2018
La Pasquetta in musica a Castelsardo, con la diciassettesima edizione consecutiva, è ormai entrata di diritto negli appuntamenti “tradizionali” dei grandi eventi di spettacolo in Sardegna. I vicoli, le piazzette, i parchi a picco sul mare del borgo medievale, nel Lunedì dell’Angelo, saranno inondati da musiche, divertenti performance circensi e colorate pennellate d’arte.
Pasquetta in musica a Castelsardo


CASTELSARDO - La Pasquetta in musica a Castelsardo, con la diciassettesima edizione consecutiva, è ormai entrata di diritto negli appuntamenti “tradizionali” dei grandi eventi di spettacolo in Sardegna. I vicoli, le piazzette, i parchi a picco sul mare del borgo medievale, nel Lunedì dell’Angelo, saranno inondati da musiche, divertenti performance circensi e colorate pennellate d’arte. Il programma della giornata prevede l’esibizione di gruppi musicali, di generi diversi ma, sempre di grande qualità artistica, come consuetudine degli eventi a Castelsardo.

Oltre alla musica ci sarà anche spazio per l’arte figurativa e per le esposizioni di artigianato artistico. Via Marconi diventerà “la via degli artisti”, con una selezione di artisti dell'associazione Respir'arte che coinvolgeranno il pubblico con le loro performance estemporanee, mentre in piazza Pianedda troveranno spazio gli stand degli artigiani dell’associazione Art.in.Pia. Gli ospiti verranno catturati dalle coinvolgenti musiche della Devil’s Street Band, con le loro esibizioni itineranti ed accompagnati verso il cuore dell’evento, il bellissimo centro storico della città.

Qui verranno accolti dalle percussioni latine dei Radioclave: un ensemble elettroacustico di 11 elementi, che presenterà i brani del Cd "Colori", fresco di pubblicazione. Un’occasione per essere contagiati della buona musica e dal ritmo, in un latin-funk-style con influenze afro, infezioni cubane, febbri brasiliane e contaminazioni caraibiche. Come non notare, poi, la splendida voce di Asia Eletti Duo tra i vicoli. Nel primo pomeriggio saranno i Creuza de Ma a far respirare il clima genovese nella città dei Doria, con l’interpretazione delle più noti brani dell’indimenticabile cantautore Fabrizio De Andrè.

Proseguendo per le vie, animate da un grande fermento artistico, e seguendo le note vibranti della voce di Beppe Dettori, artista sardo che vanta collaborazioni con big della musica italiana e per anni frontman dei Tazenda, i visitatori si ritroveranno, dalle 17.15, nella piazzetta della Misericordia, dove si affaccia il nuovo Museo sulle Origini Genovesi e la chiesetta di Santa Maria delle Grazie. Qui, in una armoniosa fusione, le corde vocali dell’artista con quelle dell’arpa di Raul Moretti proporranno rivisitazioni del repertorio tradizionale sardo che confluisce in quello celtico, di quello mediterraneo in quello sudamericano. Saranno fusioni originali anche quelle proposte da Moses, poliedrico armonicista sardo, ma con base artistica da anni a londra e Barcellona, vincitore nel 2016 di Italia’s Got Talent.

Alla ricerca degli eventi di spettacolo i visitatori saranno spinti ad addentrarsi nelle viuzze del centro storico, dove potranno visitare i tre bellissimi musei (Mim, Mog e Musem Ampuriense), la mostra inedita di Liliana Cano, ispirata dall’Inferno dantesco, ospitata all’interno del Castello dei Doria, la mostra su stregoneria ed inquisizione, ospitata nel restaurato antico episcopio, ma potranno anche scoprire affascinanti scorci panoramici, monumenti, opere d’arte, chiese, nonché godere di una diffusa offerta di ristorazione e potranno fare splendide passeggiate e pic nic nei parchi urbani di Manganella e Lu Grannaddu, collegati dal percorso del ponte levatoio o da quello della Scaletta. Insomma ci sono tutti gli ingredienti per trascorrere un’indimenticabile giornata in uno dei borghi più belli d’Italia.
© 2000-2018 Mediatica sas