Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariCulturaManifestazioniGuilt, scoprire Sassari con un gioco
Red 7 aprile 2018
E´ stata presentata mercoledì mattina alla stampa “Guilt-Di chi è la colpa?”, un´app per esplorare e conoscere luoghi e storie del territorio. Alla conferenza stampa, erano presenti il sindaco Nicola Sanna, Elisa Ghisu di Tamalacà ed Antonio Solinas di Abinsula
Guilt, scoprire Sassari con un gioco


SASSARI - Una vicenda misteriosa, un elenco di sospettati, una mappa ed una serie di prove da superare. Sono questi gli ingredienti di “Guilt-Di chi è la colpa?”, un'app per esplorare e conoscere luoghi e storie del territorio. L'applicazione, ideata e realizzata da Tamalacà e sviluppata da Abinsula, è promossa dal Comune di Sassari e dalla Fondazione di Sardegna. Si tratta di un gioco georeferenziato, ambientato in un contesto urbano, e disponibile gratuitamente per smartphone Android e iOs.

La prima narrazione ludica a disposizione dei giocatori s'intitola “Il caso della carta scomparsa” ed è ambientata nel centro storico di Sassari. Vestendo i panni dei detective, i giocatori prenderanno parte ad una storia avvincente, un episodio di fantasia ambientato negli Anni Sessanta e costruito sulla base di vicende reali. Seguendo una mappa e grazie all'utilizzo della localizzazione Gps e di tag Qr, i giocatori potranno fare tappa in luoghi noti del centro storico, da Palazzo di città al Mercato civico, da Piazza Castello alla Biblioteca comunale, e dopo aver superato una serie di prove, con gli indizi raccolti avranno la possibilità di risolvere il caso.

Una seconda storia, ambientata nel borgo minerario dell'Argentiera, sarà disponibile a partire da sabato 26 maggio, in occasione della Giornata mondiale del gioco, manifestazione alla quale il Comune di Sassari aderisce dal 2016. Le storie sviluppate hanno come target bambini accompagnati da adulti, ma la struttura di gioco si presta ad accogliere in futuro storie e prove pensate anche per coinvolgere adolescenti ed adulti. Inoltre, un'ulteriore ed interessante espansione dell’applicazione prevede la realizzazione di una versione pensata appositamente per le scuole. Tamalacà, infatti, in collaborazione con l'insegnante e pedagogista Barbara Letteri e con una rete di istituti comprensivi della città (comprendenti l’Ic San Donato, Ic Monte Rosello Basso ed l’Ic di Li Punti), sta sperimentando nell’ambito di un progetto finanziato dalla Fondazione di Sardegna, le potenzialità di Guilt come strumento di supporto alla didattica per competenze.
Commenti
17:12
Martedì pomeriggio, l’Amministrazione comunale, l’Anpi e la Fondazione Alghero promuoveranno due rievocazioni storiche, nel settantesimo anniversario della Costituzione
18:23
Martedì 24 aprile, alle 10.30, negli uffici comunali di Porta Terra, è in programma la conferenza stampa di presentazione degli appuntamenti previsti nel programma di Alghero Citta creativa Unesco
20/4/2018
Musica, e non solo. In cinque angoli diversi della Sardegna: da Porto Torres con la sua isola parco, l’Asinara, ad Alghero, dall’area marina di Tavolara ai nuraghi di Nuoro e di Barumini.
20/4/2018
Per il quinto anno consecutivo la città di Castelsardo apre il suo cuore alla Sclerosi laterale amiotroficae si mobilita per raccogliere risorse da destinare alla ricerca scientifica, quale unico strumento in grado di trovare al più presto una cura e fornire risposte concrete alle persone malate
© 2000-2018 Mediatica sas