Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariCronacaCronaca › Sassari: truffatore napoletano denunciato
Red 16 aprile 2018
Nei giorni scorsi, gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Sassari hanno segnalato all’Autorità giudiziaria l’autore di una truffa consumata ai danni di un anziano
Sassari: truffatore napoletano denunciato


SASSARI - Nei giorni scorsi, gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Sassari hanno segnalato all’Autorità giudiziaria l’autore di una truffa consumata ai danni di un anziano. Quest’ultimo, dopo aver inserito un annuncio su un portale di vendita on-line, relativo alla vendita del proprio prezioso orologio Rolex modello Submariner, è stato contattato telefonicamente da un individuo con accento laziale, interessato al suo acquisto. Dopo brevi trattative, il potenziale acquirente ha proposto il pagamento tramite assegno circolare, rendendosi disponibile ad un incontro in Sardegna finalizzato alla compravendita. Per assicurarsi della bontà dell’assegno e per cautelarsi contro eventuali truffe, l’anziano ha dato appuntamento nella propria banca, all’acquirente, in modo da far verificare direttamente dagli impiegati, la validità di tale titolo.

Il giorno seguente, si è presentato all’appuntamento nella filiale della banca un “collaboratore” dell’acquirente, stavolta con inflessioni dialettali tipiche napoletane, consegnando l’assegno al venditore. Dopo averlo verificato visivamente, l’impiegata ha contattato telefonicamente la banca emittente l’assegno, a Roma, e dopo aver ricevuto il cosiddetto “bene emissione” ha proceduto all’accredito dell’ingente somma sul conto corrente dell’anziano sassarese. L’individuo napoletano dopo l’avvenuta transazione, si è allontanato soddisfatto con il prezioso orologio. Dopo tre giorni, il denunciante, visto il mancato accredito, si è rivolto alla propria banca, che gli ha comunicato come l’assegno fosse rientrato poiché falsificato ed alterato. L’intensa attività d’indagine ha permesso di far luce su un astuto stratagemma posto in essere da due individui, di cui uno, al momento, ancora in fase di individuazione.

Infatti, si è scoperto che la telefonata effettuata dall’impiegata non era mai stata ricevuta da un impiegato della banca emittente l’assegno circolare, ma da un altro individuo che, armeggiando sui cosiddetti “armadietti Telecom”, siti per strada, aveva staccato i cavi telefonici connessi con la banca romana e, collegando tali fili ad un apparecchio telefonico, aveva risposto alla telefonata inoltrata dalla banca sassarese. Si tratta sicuramente di una persona molto esperta nei collegamenti telefonici, perché tale operazione viene spesso svolta da tecnici specializzati, durante le operazioni di attivazione di una nuova linea telefonica, o di riparazione a seguito di guasto. Il napoletano presentatosi nella banca sassarese, è stato invece identificato grazie ad un articolata attività eseguita da personale della Squadra Mobile, analizzando le liste passeggeri dei voli da e per la Sardegna.

I sospetti si sono immediatamente indirizzati su un 56enne napoletano, già noto alle Forze dell'ordine per truffe effettuate con il medesimo “modus operandi”. Acquisita la fotografia del soggetto, questo è stato immediatamente riconosciuto dalla vittima e dalla moglie anch’essa presente quel giorno in banca. Le indagini rimangono tutt’ora in corso per addivenire all’individuazione di chi materialmente falsifica tali assegni circolari e su chi agisce sugli armadietti telefonici posti nelle sedi stradali.
21/6/2018
Confermata la diffamazione per gli insulti fatti con l´utilizzo del social network. Condannato un insegnante algherese di 69 anni. Aveva diffamato pubblicamente la San Giuliano, nota azienda olearia di Alghero
21/6/2018
Ieri pomeriggio, una 45enne turista olandese si è recata dai Carabinieri di Alghero per sporgere denuncia contro ignoti che poco prima, nella spiaggia di Porto Ferro, le hanno rubato dalla sua auto la propria borsa, lasciata incustodita, contenente un telefono cellulare IPhone 6S, una collana, un orologio, la carta di credito, il documento d’identità e 110euro in contanti
14:02
Venerdì pomeriggio, lo staff dell´Ispettorato micologico Ats Sardegna-Assl Sassari è intervenuto, in seguito alla chiamata dei sanitari dell´ospedale Santissima Annunziata, per analizzare un campione di funghi, la cui ingestione ha provocato una sindrome gastroenterica ad un paziente giunto al Pronto soccorso
23/6/2018
Ieri sera, ad Olbia, tre persone a bordo di una Renault Scenic sono andate a sbattere contro un Peugeot. A quel punto, sono scappati. Nell´auto sono state trovate quattro mountain bike risultate rubate
23/6/2018
Ieri, gli agenti del locale Commissariato di Pubblica sicurezza hanno rintracciato in una struttura ricettiva un 48enne emiliano denunciato come scomparso dalla sua compagna due giorni fa
21/6/2018
Ieri mattina, i Carabinieri della locale Stazione hanno chiuso un’indagine e hanno deferito in stato di libertà per il reato di ricettazione un 26enne. Gli accertamenti condotti dai militari hanno consentito di trovare giovane in possesso di un´Aprilia 125, che era stata rubata a Sassari
21/6/2018
Ieri mattina, i Carabinieri della Stazione di Porto Rotondo, a conclusione di accertamenti effettuati con i colleghi dell´Ufficio Vigilanza edilizia del Comune di Olbia, hanno presentato alla Procura della Repubblica di Tempio Pausania un rapporto per un abusivismo edilizio in zone sottoposta a vincolo paesaggistico ed ambientale, a carico degli amministratori di una società
21/6/2018
Nell’ambito dell’azione a tutela della spesa pubblica, le Fiamme gialle di Sanluri hanno individuato una persona che ha indebitamente usufruito di sovvenzioni statali nel settore sanitario
21/6/2018
Frode al bilancio nazionale per incentivi nel settore delle energie alternative. Eseguito dalla Guardia di finanza di Cagliari un provvedimento di sequestro conservativo della Corte dei conti nei confronti di un’azienda, a garanzia del credito erariale
21/6/2018
Nell’ambito delle attività di contrasto all’evasione fiscale, le Fiamme gialle delle Tenenze di Sanluri e di Sarroch hanno concluso due verifiche fiscali nei confronti di due ditte individuali, con sede rispettivamente in un centro del Medio Campidano ed in uno del Basso Sulcis operanti, rispettivamente, nel settore del commercio di veicoli a due ruote ed in quello delle case vacanze e dei b&b
21/6/2018
A La Maddalena, una postazione informatica è stata posta sotto sequestro amministrativo ed è stata irrogata una sanzione pari, al massimo, a 20mila euro, mentre il titolare dell’esercizio è stato segnalato all’Ufficio dei Monopoli di Stato di Sassari
© 2000-2018 Mediatica sas