Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPesca › Ricci di mare: pesca prorogata di 15 giorni
Red 16 aprile 2018
A causa del maltempo, le giornate di pesca originariamente fissate in calendario si sono ridotte. Per questo, l´Assessorato regionale dell´Agricoltura ha prorogato l´attività fino a martedì 1 maggio, assicurando che non c´è «nessun pericolo per la tutela della risorsa»
Ricci di mare: pesca prorogata di 15 giorni


ALGHERO - Su richiesta delle associazioni di categoria, delle cooperative e dei pescatori del riccio di mare, che segnalavano una forte riduzione delle giornate di pesca causate dal maltempo che in questi ultimi mesi ha interessato la Sardegna, l’Assessorato regionale dell’Agricoltura ha concesso un incremento del calendario dei prelievi di quindici giorni, con chiusura tassativa fissata a martedì 1 maggio. «Abbiamo concesso questa proroga – ha spiegato l’assessore Pier Luigi Caria – per venire incontro alle difficoltà e alle limitazioni meteo affrontate in queste settimane dai pescatori».

«Un'apertura che ha sempre e comunque come obiettivo primo la tutela della risorsa e la sua salvaguardia. Nello specifico, è bene ricordare che proprio per garantire un prelievo sostenibile abbiamo modificato, in stretta collaborazione con gli operatori del comparto, le regole sulle attività di pesca riducendo i quantitativi di ricci da raccogliere, le ore di attività e soprattutto richiedendo un maggiore impegno nella lotta agli abusivi, vera minaccia per la specie marina», ha proseguito l'esponente della Giunta Pigliaru.

«Sul versante della tutela ambientale, sosteniamo in collaborazione con università, Agenzia Agris Sardegna e pescatori, diversi progetti di allevamento che hanno l’obiettivo di ripopolare le aree marine dove la presenza del riccio si è ridotta. Interventi che sosteniamo anche attraverso i fondi del Feamp nella bonifica dei fondali e nel monitoraggio della salute del mare e delle specie che lo abitano. Abbiamo inoltre in cantiere – ha concluso Caria – una campagna di comunicazione con cui informeremo i cittadini sul corretto uso della risorsa, sulle norme e le regole da rispettare».

Nella foto: l'assessore Caria in un incontro con i pescatori di Alghero
Commenti
10/12/2018
Interpelleremo le forze di Governo, in particolare chiediamo l’attenzione del ministro Centinaio, affinchè questo ulteriore colpo a danno della Marineria sarda venga bloccato e si permetta alle barche già presenti negli elenchi di poter proseguire l’attività di pesca a prescindere dai quantitativi catturati. Non vorremmo passasse il concetto che chi cattura più pesce abbia maggior diritto rispetto a chi, per svariati motivi, invece non è riuscito
© 2000-2018 Mediatica sas