Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresCronacaSoccorsi › Avaria nel mare dell´Asinara: soccorsi due tunisini
Mariangela Pala 19 aprile 2018
Si è conclusa nel tardo pomeriggio di oggi l´operazione complessa di soccorso nei confronti di due tunisini a bordo di un’unità da diporto alla deriva con motore in avaria a circa 24 miglia nautiche ad ovest dell’Asinara
Avaria nel mare dell´Asinara: soccorsi due tunisini


PORTO TORRES - Si è conclusa nel tardo pomeriggio di oggi l'operazione complessa di soccorso nei confronti di due tunisini a bordo di un’unità da diporto alla deriva con motore in avaria a circa 24 miglia nautiche ad ovest dell’Asinara. L’operazione di soccorso è iniziata questa mattina alle 10.30 quando la sala operativa della Capitaneria di porto turritana è stata allertata dal Comandante dell’unità da diporto “Golia”, iscritta nei registri di Ajaccio, alla deriva per un’avaria al motore occorso durante la navigazione da San Luis (Francia) a Munastir (Tunisia), in acque internazionali ma di competenza dell’Italia per il soccorso marittimo.

Immediatamente la Guardia Costiera di Porto Torres, coordinata dalla Direzione Marittima di Olbia al comando del Capitano di Vascello (CP) Maurizio Trogu, ha avviato le procedure di soccorso dirottando sul punto il mercantile italiano “Sds Red”, che si trovava ad alcune miglia dall’unità in pericolo, come evidenziato dai moderni sistemi di monitoraggio in uso alla Guardia Costiera turritana. Negli stessi istanti, dal porto di Porto Torres, partiva la motovedetta CP 810, unità veloce specializzata nell’attività di ricerca e soccorso.

Nel frattempo, la corrente marina presente in quel tratto di mare ha fatto scarrocciare l’unità in acque di competenza delle autorità francesi, immediatamente informate dell’accaduto tramite la Centrale Operativa del Comando Generale delle Capitanerie di Porto. Il pronto intervento del mercantile dirottato sul punto e della motovedetta della Guardia Costiera hanno garantito le buoni condizioni dell’equipaggio e scongiurato il verificarsi di fenomeni di inquinamento marino o pericoli per l’ambiente.

Assunto il coordinamento delle operazioni di soccorso, l’Autorità francese della Corsica ha quindi disposto l’invio in zona di un rimorchiatore d’altura, partito dal porto corso di Bonifacio, ed ha contestualmente richiesto la collaborazione della Guardia Costiera italiana per far rimanere in assistenza all’unità in difficoltà la motovedetta CP 810, al fine di scongiurare eventuali pericoli nell’attesa del rimorchio. Alle ore 18 il rimorchiatore d’altura “SNS 063 - L’HERMINIER 2” ha raggiunto l’unità in difficoltà, nel frattempo sempre assistita dalla CP 810, ed iniziato le operazioni di rimorchio verso il porto di Bonifacio mentre la motovedetta italiana ha potuto fare rientro nella sede di Porto Torres.

I nominativi e i numeri di passaporto dei due cittadini tunisini sono stati segnalati anche alla Polizia di Frontiera di porto Torres per i controlli di competenza, con esito regolare. Al termine dell’attività di soccorso, il Comandante della Capitaneria di Porto Torres,
19/8/2018
La Guardia costiera di Porto Torres ha recuperato la “Dream catcher”, l´imbarcazione a vela francese arenata martedì sera sulla spiaggia Longa, nel litorale dell´Isola rossa. Il comandante francese è stato denunciato a piede libero per naufragio colposo e per inossorvanza delle norme sulla sicurezza della navigazione
18/8/2018
Si sono concluse questa mattina, le operazioni di recupero del natante semiaffondato domenica pomeriggio nel porto di Porto Torres, adiacente la banchina Segni/Dogana
© 2000-2018 Mediatica sas