Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Leghisti contro i richiedenti elemosina
A.S. 25 aprile 2018
Il Coordinamento Provinciale della Lega Nord Sardegna chiede a gran voce ai tre sindaci di Alghero, Sassari e Porto Torres di porre rimedio a questa situazione emanando, se non lo avessero fatto, un´ordinanza che vieti l´accattonaggio nei propri comuni
Leghisti contro i richiedenti elemosina


ALGHERO - La Lega dice basta e punta il dito sulle città di Alghero, Sassari e Porto Torres. Giorgia Vaccaro (nella foto), coordinatrice cittadina di Alghero, Giovanni Nurra coordinatore provinciale, Noemi Sanna coordinatrice nord ovest, Ignazio Manca coordinatore cittadino di Sassari E Giuseppe Piano coordinatore cittadino di Porto Torres accendo i riflettori sui troppi richiedenti elemosina nelle strade del nord Sardegna.

«Cosa hanno in comune Sassari, Alghero e Porto Torres oltre ad essere malamente amministrate? Uno stuolo di "richiedenti elemosina" fuori da negozi, supermercati, farmacie, chiese e vicino alle colonnine dei ticket dei parcheggi e i soldi "guadagnati" durante le "ore di lavoro" che fine fanno» si domandano i coordinatori.

«Di certo non rimangono a chi li chiede ma vanno a rafforzare il giro del racket, di cui sono vittime anche i questuanti». «La posizione della Lega a livello nazionale su questa tematica è ben nota, ed oggi noi, come Coordinamento Provinciale Lega Nord Sardegna chiediamo a gran voce ai tre sindaci delle principali città del territorio di porre rimedio a questa situazione emanando, se non lo avessero fatto, un'ordinanza che vieti l'accattonaggio nei propri comuni, e se invece l'avessero già fatto, di farla rispettare, per ridare dignità ad alcuni e far vivere in libertà gli altri» concludono .
Commenti
15/10/2018
Un Continente federale, dei diritti civili e sociali è il fulcro della campagna lanciata dopo il convegno che si è svolto martedì nelle sale della Camera di commercio di Sassari
© 2000-2018 Mediatica sas