Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariEconomiaAgricoltura › Gal Logudoro-Goceano: arriva il progetto Alter
Red 28 aprile 2018
Presentata ad Ozieri l’iniziativa rivolta alla formazione ed alla costituzione di nuova impresa nell’ambito della green economy e dell’agroalimentare. Sessanta i posti a disposizione. L’allarme del presidente Giammario Senes: «Interveniamo subito o il territorio rischia una desertificazione antropologica irreversibile»
Gal Logudoro-Goceano: arriva il progetto Alter


OZIERI - «La crisi geopolitica internazionale ha determinato lo spostamento di una grossa fetta di turismo verso la Sardegna. Sta a noi fare tesoro di questa opportunità. C’è uno spazio enorme per la creazione di nuove imprese, ma dobbiamo attrezzare il territorio con adeguati servizi a prezzi equi, investire in formazione e competenze e andare verso un radicale cambiamento culturale che ci spinga a fare rete». Con queste parole, il presidente del Gal Logudoro-Goceano Giammario Senes ha introdotto nei giorni scorsi ad Ozieri la presentazione del progetto Alter: un percorso di formazione ed affiancamento finalizzato all’avvio di nuove imprese nell’ambito della green economy e del turismo sostenibile, che a breve coinvolgerà venti partecipanti per la sede di Ozieri, venti per quella di Bono ed in egual numero per quella di Thiesi, tutti soggetti disoccupati, in mobilità o cassintegrazione (il 45percento dei posti è riservato alle donne). Dopo i saluti dell’assessore comunale alle Attività produttive Anastasia Ladu, i dettagli sono stati introdotti da Gianluca Lai ed illustrati nel dettaglio dal coordinatore Simone Fozzi, entrambi di Equilibrium consulting, società di consulenza capofila dell’operazione al fianco di Gal e di Performa, l’agenzia formativa di Confcommercio nord Sardegna rappresentata dal direttore Mario Sassu.

«Alter risponde alle due fondamentali esigenze individuate dall’analisi del Piano d’Azione locale – ha spiegato il presidente – la necessità di formazione professionale e l’agevolazione di iniziative imprenditoriali in ambito turistico, in una zona che rischia un drammatico spopolamento e un indice di invecchiamento tra i più alti in Italia». Il territorio del Gal, che comprende i trentaquattro Comuni del Logudoro, Goceano, Meilogu e Villanova, dal 2001 al 2015 ha perso più di 14mila abitanti, circa il 22percento della popolazione totale. Un dato allarmante, che richiede immediate azioni da parte della politica: «Se questo fenomeno non sarà invertito, si rischia una desertificazione antropologica irreversibile – ha affermato Senes – Occorre battersi in particolar modo per sconfiggere il senso di rassegnazione e d’immobilismo». La fetta di fondi comunitari destinati dalla Regione autonoma della Sardegna per il Piano d’azione del Gal Logudoro ammonta a 5,2milioni di euro, una somma più che dimezzata rispetto al precedente finanziamento. L’investimento economico sarà accostato ad un investimento culturale, nel tentativo di incentivare e convincere le imprese a coordinarsi e fare rete.

La carenza di coordinamento è stata individuata tra i punti deboli del territorio, assieme a spopolamento, rassegnazione dei giovani, monocultura, difficoltà di accesso al credito, scarsa viabilità e formazione inadeguata. Tra i punti di forza c’è la forte presenza di aziende agricole che presidiano l’ambiente, un aumento delle imprese turistiche anche grazie all’azione del Gal, un’offerta eterogenea di percorsi archeologici, escursionistici ed enogastronomici, un eccellente now how nel settore caseario ed un costo della vita piuttosto favorevole. In questo contesto si collocano i percorsi Alter, che prevedono una formazione pratica mirata di 180ore, che partirà presumibilmente a settembre. La novità sarà la consulenza e l’affiancamento anche nelle fasi di costituzione della nuova impresa e dell’individuazione dei finanziamenti. La procedura di selezione è basata su una prova di verifica attitudinale del destinatario, che dovrà inoltre presentare un’idea di percorso imprenditoriale. Per ulteriori informazioni, si può contattare la segreteria del Gal telefonando al numero 079/8879529, oppure inviando una e-mail all'indirizzo web gal.logudorogoceano@gmail.com.
Commenti
19:12
Fondi Psr, l´assessore regionale Pier Luigi Caria e Tavolo verde individuano oltre 61milioni di euro rimodulabili verso Pif, giovani agricoltori, viabilità rurale, risparmio idrico e zone rurali
25/5/2018
La giacenza del pecorino si è ridotta del 50percento in un anno. «Ottimo risultato. Avanti così a supporto del comparto», ha dichiarato l´assessore regionale della Programmazione Raffaele Paci, con Abi e Consorzio
24/5/2018
Ieri pomeriggio, l´assessore regionale dell´Agricoltura ha incontrato i rappresentanti dei consorzi di tutela e le associazioni di categoria. «Uniamo le forze per sfidare i mercati», chiede Pier Luigi Caria
© 2000-2018 Mediatica sas