Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziealgheroPoliticaPolitica › Riformatori-Lega, è già caos: «malafede»
A.S. 30 aprile 2018
E´ già caos nell´ipotetica coalizione di Centrodestra algherese. La scelta di un candidato presentabile e spendibile per le prossime elezioni comunali si dimostra operazione tutt´altro che facile. E i Riformatori rispondono per le rime alla Lega
Riformatori-Lega, è già caos: «malafede»


ALGHERO - Le prove di dialogo per un'ipotetica coalizione di Centrodestra ad Alghero si confermano ad altissima tensione: troppo distanti le posizioni, a livello locale, tra i partiti più a destra e quelli riformisti. Così il tentativo di scegliere un candidato presentabile e spendibile per le prossime elezioni comunali si dimostra operazione tutt'altro che facile, mandando in crisi i rapporti tra la Lega Salvini e i Riformatori Sardi di Pietrino Fois. Ma i problemi ci sono un po tra tutti i movimenti figli dei dieci anni di amministrazione Tedde, che hanno lasciato profonde ferite e due sconfitte elettorali.

«Non ci chiude la bocca nessuno, tanto meno la Lega». Questa la replica piccata inoltrata dalla segreteria ai due coordinatori leghisti, Vaccaro e Nurra, che qualche ora prima avevano letteralmente "zittito" il gruppo locale dei Riformatori sulla possibilità di partecipare alle primarie [LEGGI]. Agli esponenti locali della Lega risponde il coordinamento cittadino che sottolinea «la malafede» nelle dichiarazioni degli esponenti leghisti per le prossime ed "eventuali" alleanze.

Così Fois e compagni ricordano come in tutti gli incontri avuti in loro presenza, «i Riformatori hanno sempre posto la questione ”primarie" come accordo imprescindibile dell'alleanza (vedi articoli, interviste e altro degli ultimi anni), quindi coerenti soprattutto con chi agli incontri partecipava e conosceva bene la posizione del partito, Signora Vaccaro compresa». «Per quanto riguarda le alleanze e la lealtà - continua la nota - si consiglia a chi oggi rappresenta il partito della Lega di rileggere la “storia" delle loro alleanze a livello nazionale, regionale e comunale per comprendere bene la loro lealtà e coerenza circa il principio di appartenenza ad una coalizione».

Poi la stoccata: «Differentemente da quanto accaduto a livello nazionale, localmente la Lega e i suoi rappresentanti devono ancora dimostrare di valere qualcosa che ad oggi non è dato sapere per mancanza di dati, fatti salvi i 6 voti rimediati dalla Vaccaro già candidata con Forza Italia». «Gli esponenti leghisti imparino le regole della dialettica democratica e non si facciano trasportare da facili populismi. Vogliamo infine suggerire prudenza nel criticare la politica altrui perché potrebbero avere delle brutte sorprese per quanto sta avvenendo a Roma circa i tentativi per la composizione del nuovo governo», concludono i Riformatori Sardi.

Foto d'archivio
21:20
E´ lui il più accreditato a ricevere nelle prossime ore il mandato dal presidente della Repubblica Mattarella. Il suo nome esce dal patto Movimento 5 Stelle-Lega. Tra il 1999 e il 2000 ha insegnato a Sassari
18:28
E´ stato eletto nel corso della riunione del Comitato Politico Regionale tenuta lo scorso fine settimana a Tramatza. Il neo Segretario Mulliri ha ora l´incarico di formare la nuova Segreteria regionale del Partito
19/5/2018
Consultazioni anche a Nuoro, Macomer, Sassari, Alghero, Tortoli e Arzachena sul contratto di governo stipulato tra il leghista Matteo Salvini e i grillini guidati da Alessandro Di Maio
© 2000-2018 Mediatica sas