Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotizieportotorresCronacaAmbiente › Infiltrazioni chiesa di Balai: rischio chiusura
Mariangela Pala 5 maggio 2018
Il vano ipogeico della chiesetta di San Gavino a Mare è stato invaso dall’acqua a seguito delle forti piogge dei giorni scorsi che non hanno lasciato tregua neppure nella giornata della processione dei tre Santi Martiri
Infiltrazioni chiesa di Balai: rischio chiusura


PORTO TORRES - Il vano ipogeico della chiesetta di San Gavino a Mare è stato invaso dall’acqua a seguito delle forti piogge dei giorni scorsi che non hanno lasciato tregua neppure nella giornata della processione dei tre Santi Martiri. La struttura che dal 3 maggio accoglie le statue lignee dei Protomartiri Turritani Gavino, Proto e Gianuario - costruita su una roccia a picco sul mare - presenta infiltrazioni di acqua piovana nell’ipogeo, con distacco di materiale, e si evidenziano ulteriori distacchi di materiali lapidei dalla parte superiore della volta della chiesa.

Criticità che metterebbero a serio rischio anche la sua staticità. La segnalazione è stata fatta dal consigliere comunale Franco Pistidda durante l’ultima seduta del consiglio, venerdì 4 maggio. «Vorrei allarmare anche voi per farvi intervenire subito anche tramite i vigili del fuoco, – ha detto Pistidda – perché i fedeli si sono organizzati con dei secchi e attrezzi di fortuna per svuotare la chiesa dall’acqua, ma è necessario un intervento congiunto per porre fine a questa situazione critica per la sicurezza delle persone».

Il sindaco Sean Wheeler ha promesso di intervenire subito. «Ci attiveremo in tal senso - ha dichiarato in aula - con la possibilità di prendere dei provvedimenti che potrebbero pregiudicare la manifestazione». Decisioni del primo cittadino per garantire la sicurezza delle persone, ma che i fedeli potrebbero non gradire.
20:26
Campo progressista, con un ordine del giorno a firma di Giusy Piccone e Matteo Tedde, impegnano il sindaco e la Giunta di Alghero a prendere posizione sul tema della salvaguardia dell’ambiente dall’inquinamento dalle plastiche e dalle microplastiche, diventato insostenibile, e ad aderire alla campagna “Plastic free”
20/3/2019
Solo il 5 giugno si saprà se i Comuni di Sassari e Porto Torres, il Wwf e due comitati di cittadini, il Capsa Nord Sardegna e il Comitato Tuteliamo il Golfo dell’Asinara, saranno ammessi come parti civili nel processo
© 2000-2019 Mediatica sas