Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariCulturaSocietà › Consulta immigrati: progettualità 2018
S.O. 13 maggio 2018
Presentate a Sassari le iniziative dell´organismo comunale costituito da diciassette componenti, in seguito alle elezioni che hanno visto la partecipazione di circa 800 cittadini stranieri
Consulta immigrati: progettualità 2018


SASSARI - Vengono dall'Europa orientale, dall'Africa, dall'America, dall'Asia e dal Medio Oriente. Vivono e lavorano nella nostra città, alcuni da pochi anni, altri da decenni. Sono figure di riferimento per le loro comunità, che li hanno eletti come rappresentanti di un organismo consultivo che promuove la partecipazione democratica e solidale. Sono i diciassette componenti della Consulta degli immigrati del Comune di Sassari, costituita alla fine del 2016, in seguito alle elezioni che hanno visto la partecipazione di circa 800 cittadini stranieri.

«Eleggere i propri rappresentanti è l'atto fondante della nostra democrazia – ha sottolineato la presidente del Consiglio Esmeralda Ughi -. La giornata di oggi testimonia che la nostra amministrazione ha avuto ragione nel perseguire questo obiettivo». «Oggi vi presentiamo i rappresentanti di un organismo che garantisce un rapporto stabile tra l'amministrazione comunale e le comunità straniere presenti sul territorio – ha detto il sindaco di Sassari Nicola Sanna». «Un organismo che è stato fortemente voluto – dichiara l'assessora alle Politiche sociali Monica Spanedda - e che è necessario per la comprensione tra le comunità. La consulta è un investimento sulla conoscenza».

«Conoscenza che passa innanzitutto dalle scuole – spiega l'assessora alle Politiche educative Alba Canu». La consulta promuove l'integrazione dei cittadini stranieri e apolidi alla vita pubblica locale, favorisce forme di consultazione e partecipazione attiva e stimola il dialogo culturale. «Ciò che vogliamo che si colga è il senso dell'unicità, di ogni individuo oltre che delle comunità – ha detto il presidente della Consulta Carlos Cardini». In poco più di un anno i rappresentanti si sono riuniti, con incontri a cadenza settimanale, a Palazzo Ducale, per redigere una serie di progetti che mirano alla conoscenza e all'integrazione.

Tra quelli già realizzati il flash mob sul diritto di cittadinanza dell'ottobre del 2017, l'intervento di abbellimento dei giardini di Casa Serena, i momenti di dialogo tenuti nelle scuole primarie di via Gorizia e di Li Punti e presso l'Istituto d'arte di Sassari e la proiezione di film sul tema dell'integrazione, inseriti all'interno della storica rassegna di Amerindia “Un nuovo cinema per tutti”. Ulteriori progetti sono previsti per l'anno in corso e saranno calendarizzati a partire dal mese di settembre. Si tratta di sei iniziative differenti. “Bus sono ok”, in collaborazione con l'Atp, prevede una campagna di informazione sul corretto utilizzo dei mezzi pubblici.

“L'altro sapere” mira all'allestimento, nelle biblioteche cittadine, di spazi dedicati a giornali, libri, riviste in lingua straniera, oltre che all'implementazione delle sezioni di letteratura internazionale in lingua. Con “Mettiamoci in mostra” si prevedono allestimenti fotografici sull'arte culinaria in ogni parte del mondo. La rassegna cinematografica “E vissero felici e integrati” prevede la proiezione di film sul tema dell'integrazione in diversi quartieri della città, dal centro alle periferie. Se la musica è sempre veicolo di integrazione culturale, il concerto “Mi piace un mondo”, non può che suggellare la bellezza e la convivenza armonica tra i popoli. E siccome l'integrazione passa anche dal sangue, la consulta, con l'iniziativa “Ti dono il mio sangue” intende sensibilizzare tutte le comunità straniere incentivando un gesto di grande nobiltà. Quest'ultimo progetto, in collaborazione con l'Avis si concretizzerà durante il primo weekend di giugno, durante la manifestazione “Sassari in fiore”.

I componenti della Consulta sono Mame Ante Khouma (Senegal), Ibrahima Lo (Senegal), Carlos Cardini (Argentina), Mohammad Ashraf (Pakistan), Alì Bouchouata (Marocco), Josepf Azuka (Nigeria), Kynga Arany (Ungheria), Ekaterina Zhukova (Russia), Aurelia Ursu (Moldavia), Maimouna Dia (Senegal), Moustafa Kulaf (Siria), Laura Natalia Pislaru (Romania), Maria Grazia Satta (Cile), Criassudin Bepari (Bangladesh), Siham Benebou (Marocco), Daniel Dumitru Marin (Romania) e Saeed Aslam (Pakistan).
Commenti
© 2000-2018 Mediatica sas