Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesassariPoliticaAmministrazione › Anche Sassari sempre più family
A.S. 18 maggio 2018
Sassari verso la firma del protocollo d´Intesa. L´assessore Spanedda: Essere un comune amico della famiglia significa promuovere politiche a sostegno della natalità e del benessere familiare
Anche Sassari sempre più family


SASSARI - Prosegue l'iter che porterà il Comune di Sassari a diventare un Comune amico della famiglia. Con la delibera di giunta del 10 maggio è stato, infatti, attivato il processo per ottenere la certificazione necessaria alla firma del protocollo d'intesa con la Provincia Autonoma di Trento, capofila del progetto. Già con l'adesione al network nazionale, avvenuta in occasione del Festival della Famiglia, tenutosi a Trento nel mese di novembre 2017, l'amministrazione comunale si era impegnata alla stipula di un accordo che vedesse impegnati i due enti in un dialogo costante tra loro e con le istituzioni regionali.

Un primo momento di confronto tra istituzioni si era svolto il 29 gennaio scorso nella sede dell'Assessorato alle politiche sociali alla presenza di Luciano Malfer, dirigente dell'Agenzia per la famiglia della Provincia autonoma di Trento, dell'Assessore regionale all'assistenza sociale Luigi Benedetto Arru, del presidente di Anci Sardegna Emiliano Deiana, dei coordinatori del network nazionale dei Comuni Amici della Famiglia Mauro e Filomena Ledda, del sindaco Nicola Sanna, dell'assessora alle Politiche sociali Monica Spanedda, e di Mario Bruno, sindaco di Alghero, primo comune sardo firmatario del protocollo d'intesa e nella cabina di regia del network nazionale.

«Essere un comune amico della famiglia - spiega l'assessora Spanedda - significa promuovere politiche a sostegno della natalità e del benessere familiare, favorire azioni di mutuo aiuto familiare, percorsi di collaborazione, solidarietà e sostegno reciproco tra le famiglie in un rapporto di co-progettazione con le istituzioni locali». L'amministrazione si impegna così a stimolare politiche integrate nei vari settori del Comune, a riorganizzare e riorientare i servizi promuovendo nuove politiche nell'ambito del lavoro, dei trasporti, della scuola, del tempo libero e dell'assistenza. È previsto il coinvolgimento di tutta la città, dalle attività commerciali al mondo dell'associazionismo, perché ogni luogo diventi accogliente per la famiglia, dai ristoranti agli uffici pubblici.

Si procederà a breve alla mappatura di tutti i servizi esistenti a favore delle famiglie. Partirà anche la fase di attivazione del processo di “Family Audit”, che mira a favorire il miglioramento delle politiche di conciliazione familiare e lavorativa all'interno dell'ente. «Quello in cui è impegnato il nostro comune è un vero e proprio percorso di adeguamento – sottolinea il sindaco Nicola Sanna -, l'adeguamento a un cambiamento culturale che è già in atto in tutta la penisola».

Nella foto d'archivio: la consegna alla città di Alghero del marchio Family, primo comune in Italia fuori dal Trentino
Commenti
16/10/2018
Il consigliere comunale di Alghero, Mario Nonne, risponde pubblicamente a Pere Lluís Alvau, Giuseppe Tilocca, Giovanni Chessa, Irene Coghene e Salvatore Izza: non è la grandezza di un illustre architetto dall´ingegno poliedrico ad essere messa in discussione
15/10/2018
Pere Lluís Alvau, Giuseppe Tilocca, Giovanni Chessa, Irene Coghene e Salvatore Izza chiedono le scuse pubbliche per alcune frasi utilizzate dal consigliere comunale Mario Nonne durante l´ultima seduta di consiglio. «Rispetto per la figura di Antoni Simon Mossa»
16/10/2018
Diritti civili, il sindaco di Porto Torres riconosce le famiglie arcobaleno
17/10/2018
Comune alla ricerca di un nuovo amministratore. La domanda dovrà pervenire entro e non oltre le ore 12 del 26 ottobre presso il protocollo generale del comune di Porto Torres
16/10/2018
Il primo ottobre è scattato “Conoscere il presente per guardare al futuro”, il censimento della popolazione e delle abitazioni, che permette di misurare le principali caratteristiche socio-economiche della popolazione dimorante abitualmente in Italia
15/10/2018
Il consigliere comunale del Partito democratico Massimo Cossu lamenta i ritardi e l’incapacità organizzativa dell’amministrazione che non ha ancora stabilito la destinazione dei proventi derivanti dalle indennità dei consiglieri Dem
© 2000-2018 Mediatica sas