Alguer.it
Notizie    Video   
NOTIZIE
Alguer.it su YouTube Alguer.it su Facebook Alguer.it su Twitter
Alguer.itnotiziesardegnaSaluteSanità › Elisoccorso, bando regolare: via a luglio
S.O. 21 maggio 2018
Il Consiglio di Stato respinge il ricorso e promuove la regolarità del bando di gara dell’Ats. Si parte col servizio da Olbia, Alghero e Cagliari dal 1 di luglio. Costo circa 8 milioni di euro all´anno
Elisoccorso, bando regolare: via a luglio


CAGLIARI - Prosegue l’iter amministrativo che consentirà di far partire il servizio di Elisoccorso regionale in Sardegna dal primo luglio. I togati amministrativi riuniti a Palazzo Spada hanno discusso del ricorso promosso dalla società Elitaliana spa, contro la Regione Sardegna e la ATS, riguardo la gara per il servizio di elisoccorso regionale, aggiudicata alla Airgreen srl.

Il Consiglio di Stato ha quindi stabilito la «legittimità e correttezza» del bando pubblicato dell’Azienda per la Tutela della salute, che prevede che il servizio dovrà essere effettuato su tre basi: Cagliari Elmas, Alghero Fertilia e Olbia Costa Smeralda.
Un moderno servizio di elisoccorso, che risponde a standard internazionali, e verrà garantito con mezzi Hems (Servizio Medico di Emergenza con Elicotteri).

Il contratto con la società è per un importo totale di quasi 58 milioni e mezzo (con un ribasso d’asta del 12,4%) pari a circa 8 milioni e 315 mila euro annui più Iva. Sono sempre stato certo del buon lavoro portato avanti dal personale Ats impegnato nei vari passaggi della gara, ha chiosato il direttore di Ats, Fulvio Moirano.
E’ stato stipulato, infatti, negli uffici di Olbia, l’accordo preliminare per l’avvio del servizio, con effetto dal primo luglio 2018.
Commenti
20/9/2018
I partiti dell’opposizione in Consiglio regionale sono tutti d’accordo: la sanità è allo sfascio e per questo hanno presentato una mozione di sfiducia contro l’assessore regionale della Sanità, Luigi Arru
19/9/2018
Il Piano per l’abbattimento delle liste d’attesa, attuato nell´Unità operativa di Radiologia dell´ospedale Giovanni Paolo II, sta generando ottimi risultati. E´ stato possibile incrementare il numero delle prestazioni aggiuntive per gli esami radiodiagnostici ritenuti urgenti
© 2000-2018 Mediatica sas